Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport

Triestina, l'allenatore Ferazzoli: «Soddisfatto per l’impegno e la volontà»

10.27 - Proia: "Volevamo vincere. Ci riproveremo a Dro tra sette giorni"

Le ha provate tutte le Triestina di mister Ferazzoli, ma il risultato contro l’Union Pro non si è sbloccato dallo 0-0 di partenza. «Sono soddisfatto per l’impegno e la volontà dimostrate dalla squadra, però dobbiamo migliorare in fase conclusiva e diventare più cinici – spiega in sala stampa il tecnico alabardato -. Il pubblico ha dimostrato di apprezzare lo sforzo dei ragazzi e sono contento degli applausi tributati dai tifosi al termine del match. L’Union Pro ha fatto una partita onesta cercando di strappare un punto, credo che la Triestina meritasse un risultato migliore perché ha tenuto in mano l’incontro fino alla fine, ma ci serve maggior cattiveria e qualità per vincere le partite».
 
Oggi ha proposto diversi soluzioni tattiche nel corso della gara. Ha trovato un’identità per questa squadra?
«Le diverse soluzioni sono dettate dalle contingenti situazioni di organico. Avere più scelte a disposizione è fondamentale per impostare un certo lavoro. Purtroppo Giannetti era febbricitante, così ho dovuto rischiare Fiore, al rientro dall’infortunio, dal primo minuto».
 
La classifica comincia a sgranarsi. E’ preoccupato?
«Dobbiamo guardare solo chi ci sta immediatamente davanti perché le altre adesso sono lontane. Come dicevo bisogna diventare più cattivi, perché la buona volontà non basta per conquistare i tre punti».
 
Con l’inserimento di Clara il reparto offensivo offre maggior scelta adesso…
«Milicevic è un giocatore d’area di rigore. Al croato piace partire da destra e accentrarsi, ma può fare sia la prima sia la seconda punta. Clara? Può diventare determinante, ma deve migliorare la forma fisica».

«Le abbiamo provate tutte per vincere questa partita – commenta sconsolato Daniele Proia al termine dell’incontro -. Non abbiamo mai sofferto i nostri avversari, attaccandoli sempre. Volevamo i tre punti per dare slancio al nostro campionato ed entusiasmo ai tifosi. Alla fine ci accontentiamo di un punto e ci riproveremo tra sette giorni».
 
Ti preoccupa il calendario?
«Ci sono tanti scontri diretti in vista, ma noi pensiamo a una partita alla volta. Da martedì tutti i nostri pensieri saranno focalizzati solo sul Dro».
 
Con l’inserimenti delle due punte straniere faticate a oliare i meccanismi?
«No, perché Milicevic e Clara hanno appena cominciato a giocare partite ufficiali, ma si allenavano già da tempo con noi. Sono due grandi attaccanti, speriamo che ci aiutino con i loro gol».
 
Avete ritrovato il feeling con il pubblico del Rocco?
«I tifosi oggi ci hanno dato una spinta in più».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triestina, l'allenatore Ferazzoli: «Soddisfatto per l’impegno e la volontà»

TriestePrima è in caricamento