rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Verso la partita

Brunori pericolo numero 1, ma in trasferta la difesa balla: ecco che squadra è il Palermo

I rosanero sono attesi domenica al Rocco da una Triestina galvanizzata dal risultato e dal clima ritrovato. Dalla difesa al reparto offensivo, i dettagli della compagine guidata da Silvio Baldini

La partita contro il Palermo non sarà una passeggiata ma, come ogni squadra che in questo momento non sia il Real Madrid di Carlo Ancelotti, anche i rosanero hanno i loro punti deboli. Nell'analisi dei dati che hanno contraddistinto la loro stagione, gli uomini agli ordini del vulcanico Silvio Baldini sono una squadra che fa de La Favorita il suo fortino (44 punti in casa su 66 totali) con Matteo Luigi Brunori stella dell'undici rosanero con ben 25 reti realizzate. 

L'attacco

Andando ad analizzare l'attacco del Palermo ecco che il reparto, oltre alla spalla ideale è Edoardo Soleri (10 goal), può contare anche sui quattro goal a testa di Fella e Floriano. Un reparto che, inoltre, viene ben supportato in termini realizzativi dala mediana: sono 12 le realizzazioni, che evidenziano soprattutto il grande lavoro di Nicola Valente (sette goal) e quello di Luperini (4). Il centrocampo del Palermo però ha anche qualche difetto, visto che tra De Rose (9 volte), Dall'Oglio (8) e lo stesso Valente (5) il cartellino giallo è presenza pressoché costante. E' però Odjer Moses ad alzare la media negativa. Il centrocampista classe 1996 su 26 presenze è stato ammonito per sei volte ed espulso due. 

Venduti quasi 2000 biglietti, ai palermitani oltre 500

In difesa

Anche in difesa i falli vengono spesso sanzionati con l'ammonizione, soprattuto dalle parti di Giron Maxim (ammonito sei volte), del giovane Buttaro (20 anni, espulso due volte), del classe 1989 Marconi (otto volte ammonito ed espulso una volta) e di Lancini (ammonito otto volte). La difesa soffre lontana da Palermo, visto che su 33 goal subiti in tutta la stagione sono 24 (oltre il 70 per cento) quelli incassati in trasferta. Al Barbera, invece, è quasi impossibile fare goal (solo nove quelli subiti a La Favorita). Il Palermo di Baldini subisce goal sia nel primo tempo che nel secondo tempo in egual percentuale, mentre la nota su cui gli alabardati dovranno stare molto attenti è l'aspetto cronologico della capacità realizzativa rosanero. Fa goal soprattutto nei primi 25 minuti e negli ultimi dieci, dimostrando concentrazione dal primo all'ultimo minuto. Un fattore fondamentale, anche in ottica della doppia sfida, al quale i greghi dovranno essere capaci di rispondere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brunori pericolo numero 1, ma in trasferta la difesa balla: ecco che squadra è il Palermo

TriestePrima è in caricamento