rotate-mobile
Sport

Triestina, pareggio in trasferta sul campo della Clodiense

18.46 - Tutti i gol nel primo tempo. Si sblocca subito Milicevic

La grande novità nella formazione alabardata si chiama Ivan Milicevic. L’attaccante croato, al debutto, viene lanciato da mister Ferazzoli nell’undici titolare sul lato destro del tridente offensivo al fianco di Ivo Bez e Domenico Giordano. Il tecnico romano ritorna alla difesa a quattro dove Antonelli e Piscopo si dispongono davanti a Di Piero, mentre Crosato e Celli svariano sugli esterni. Il triangolo di centrocampo (che diventa a cinque uomini in fase di ripiegamento con l’arretramento di Giordano e Milicevic) vede Proia in cabina di regia e la coppia Gasparotto e Giorgino sulle mezzali. Pagan risponde con il collaudato 4-3-1-2 dove Pelizzer svaria alle spalle delle punte Santi e Matroianni.


Il primo tiro verso lo specchio della porta viene effettuato da Piaggio al 5’ minuto e viene accompagnato da Di Piero a fondo campo. Giordano risponde subito impegnando Okroglic da posizione defilata. Le due squadre si difendono con ordine a faticano ad affondare, così Carlucci prova a sorprendere Di Piero con una velleitaria conclusione da lontano prontamente bloccata dal portiere alabardato. Al 24’ Pelizzer segue le orme del compagno, ma con miglior fortuna: il destro a giro del fantasista granata si infila sotto l’incrocio nonostante il tentativo disperato in tuffo di Di Piero. Anche Santi al 32’ cerca di emulare la prodezza del numero 10, ma Di Piero blocca centralmente. Un minuto dopo Gasparotto reclama calcio di rigore su un contatto in piena area di rigore con Tiozzo, ma l’arbitro sorvola completamente sull’episodio. La manovra dell’Unione trova finalmente sbocco al 44’ con la bomba di Milicevic, che si apre un varco centralmente nella retroguardia di casa e lascia partire una sassata imparabile per Okroglic.


L’inizio di ripresa è promettente con la discesa di Milicevic e il cross per Gasparotto che conclude a rete trovando l’opposizione del portiere veneto. La Clodiense non sta a guardare e Piaggio replica con una velenosa punizione su cui Di Piero arriva in estensione. Un infortunio alla caviglia di Mastroiatti costringe Pagan a inserire Isotti e proprio il nuovo entrato vanifica una ripartenza due contro due con una scarico sull’esterno completamente fuori dosaggio. La Clodiense arriva alla conclusione con Santi al 25’, ma Antonelli rimpalla provvidenzialmente la sventola dell’attaccante. Gasparotto prova a sorprendere Okroglic con un piazzato da limite dell’area che sorvola di poco la traversa.

Al 30’ Di Piero si supera bloccando la strada alla sventola di Santi avventatosi come un falco su un campanile. Nella fase finale le due squadre si affidano al lancio lungo rendendo la gara più imprevedibile e confusionaria. Al 44’ Antonelli si addormenta facendosi soffiare palla da Urtiaga che si invola verso la porta alabardata dove trova l’insuperabile Di Piero a sbarrargli la strada. Il risultato non si schioda e l’Unione torna da Chioggia con un punto meritato.
 

CLODIENSE-TRIESTINA 1-1


M ARCATORI: 24’pt  Pelizzer, 44’pt Milicevic

?
CLODIENSE: OkroglicPitteri, Moretto, Tiozzo F., CarlucciPiaggio, Mazzetto, Boscolo D. (24’st Urtiaga), Santi, Pelizzer (42’st Fulchignoni), Mastroianni (18’st Isotti). A disposizione: Tiozzo L., ChiozzottoBoscolo R., Boscolo M., CasagrandeOlivieri. Allenatore: Pagan


TRIESTINA: Di Piero, CrosatoCelliPiscopo, Antonelli, Proia (27’st Sittaro), Giordano (21’st Nuzzi), Giorgino, Bez (33’st Aquilani), GasparottoMilicevic. A disposizione: Zucca, Giannetti, CocianiSpadariKabanguLionetti. Allenatore: Ferazzoli.


ARBITRO: Michele Di Cairano di Ariano Irpino. Assistenti: Marco Latifondi (Bassano del Grappa) e Omar Schiavon (Castelfranco Veneto).


Note: Ammoniti Bez, Boscolo D., PiscopoCelli. Spettatori: 200 circa. Recupero 0’ e 4’.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triestina, pareggio in trasferta sul campo della Clodiense

TriestePrima è in caricamento