Venerdì, 25 Giugno 2021
Sport

Dramma al Rocco, la Virtus punisce la Triestina e passa al secondo turno

Ospiti più forti del Covid e rossoalabardati che si sciolgono come neve al sole dopo un primo tempo tutto sommato equilibrato. La decide Lonardi, con una rasoiata da dentro l'area. Ennesimo fallimento

Al Rocco va in scena l'ennesimo fallimento con la Virtus Verona più forte del Covid e con la Triestina che disputerà la prossima stagione ancora in serie C. L’inizio del match è frizzante con gli ospiti rapidi nel fraseggio e con l’Unione pronta a ripartire. La prima conclusione è di marca veronese con De Marchi che al 2’ gira bene verso la porta di Offredi ma il pallone finisce alto. La risposta dell’Unione passa attraverso il sinistro di Sarno (migliore in campo dei rossoalabardati): prima lambisce l’esterno della rete con una precisa punizione dal limite e poi, innescato da Gomez, si fa respingere il piattone da Sheik.

Al 24’ è di nuovo De Marchi, pescato magistralmente da una strepitosa giocata in contropiede di Danti, a mangiarsi un gol già fatto. In questa fase è l’Unione a menare le danze con una manovra ragionata ed alcune buone giocate a liberare il terzo uomo. Dopo un paio di tentativi di ripartenza da parte degli uomini di Fresco, al 41’ la Triestina va vicinissima al goal con Gomez abile a girare verso la porta degli scaligeri un ottimo assist di Lepore. Il primo tempo finisce così, con 45' giocati tutto sommato all'insegna della parità. 

Il secondo tempo

Nella ripresa le squadre si ripresentano con gli stessi undici di partenza ed il copione si ripete. Al 52’ è Delcarro a sfiorare il goal dopo una bella rovesciata su assist del capitano dei veronesi Danti. Nonostante il Covid abbia falcidiato la compagine biancoblu, la Virtus sembra averne di più rispetto alla Triestina che viene costretta a giocare nella sua metà campo. Al 66’ è ancora Danti con un bel colpo di testa ad impensierire la retroguardia alabardata. Al 71’ Gomez ha sui piedi l’occasione più ghiotta. Mensah sguscia via a destra e serve al centro per l’attaccante che controlla bene, si porta la sfera sul sinistro e calcia a colpo sicuro con Sheik che smanaccia in calcio d’angolo. All’83’ è di nuovo il centravanti alabardato a girare bene di testa verso la porta dei veronesi, con il pallone che viene deviato anche questa volta in calcio d’angolo.

All’87’ arriva la doccia fredda per l’Unione con Lonardi che infilza Offredi da due passi dopo che Ligi perde letteralmente di vista Pittarello, bravo a servire l'attaccante al centro dell'area. E’ il vantaggio veronese che chiude una stagione amarissima per Biasin e Milanese e capace di mettere in scena l’ennesimo fallimento di squadra e societario. La Virtus Verona è stata più forte anche del Covid e al secondo turno ci va meritatamente. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dramma al Rocco, la Virtus punisce la Triestina e passa al secondo turno

TriestePrima è in caricamento