menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un'Alma con gran carattere supera l'Orasì Ravenna 97-79

Strepitoso Janelidze (21 punnti) e tanta grinta e punti anche da capitan Coronica

La sesta giornata del girone di ritorno del campionato di pallacanestro 2017/18 “Old Wild West” – girone Est ha proposto l’incontro tra l’Alma Pallacanestro Trieste e l’Orasì Ravenna. Partita delicata per la formazione di coach Dalmasson, reduce dalla sconfitta di giovedì contro la Consultinvest Bologna e con le defezioni di Green e Da Ros, contro un’Orasì Ravenna in crisi di risultati. Davanti a 4642 spettatori con rappresentanza di tifosi provenienti dalla Romagna, l’Alma ha sopperito alle importanti assenze superando l’Orasì Ravenna 97-79 con una grande prestazione di squadra: quattro giocatori in doppia cifra, ben 23 assist contro 11 di Ravenna e 58% complessivo al tiro. In sala stampa coach Martino ha apprezzato l’atteggiamento costruttivo della sua squadra ma ha ammesso che contro l’Alma di questa sera, con questa intensità e percentuali di realizzazione, c’era ben poco da fare. Non si è stupito della prestazione di Coronica ed ha sottolineato la prestazione eccezionale di Janelidze. Per Dalmasson questa sera la squadra ha fornito una risposta molto importante disputando forse la partita più bella fino a questo punto della stagione, grande abilità di Cavaliero nel costruire il gioco, partita straordinaria da parte di Janelidze, che dovrebbe maturare e cercare di ripetere tali prestazioni anche in trasferta. Infine una parola anche per il capitano, sempre un riferimento in campo e fuori sia con i suoi compagni che per l’intero staff e società: se la squadra è prima in classifica da 21 partite il merito è anche suo. È lo stesso capitano biancorosso che ribadisce come tutti siano entrati in campo con la mentalità giusta, frutto di allenamenti intensi e mai sbagliati per una squadra in testa da 21 partite, che anche nelle sconfitte non è mai sbandata.

Trieste parte con Coronica, Janelidze, Prandin, Cavaliero e Bowers; Ravenna risponde con Sgorbati, Giachetti, Masciadri, Rice e Grant. Trieste subito aggressiva in difesa: ne è la dimostrazione la lotta a metà campo per la conquista di una palla vagante; l’inizio è comunque di marca Ravennate con quattro punti consecutivi di Rice. Ci pensa Bowers a mettere i primi punti per l’Alma. I biancorossi difendono con grande intensità e colpiscono dalla distanza con Bowers e si riportano in vantaggio con i due punti di Janelidze (7-6). Dopo il canestro di Grant ancora il georgiano sugli scudi con quattro punti consecutivi. Giachetti realizza per Ravenna ma, dopo il canestro di Prandin, il nostro capitano mette cinque punti consecutivi per il primo allungo biancorossso (18-10). Montano ricuce con una tripla ma un altro miniparziale di 5-0 firmato Coronica e Bowers porta il vantaggio giuliano in doppia cifra 23-13). Il canestro più libero aggiuntivo di Rice chiude il primo periodo sul 23-16. Baldasso allunga ad inizio del secondo quarto e dopo i punti di Chiumenti è Loschi a trovare il canestro da oltre l’arco. Quattro punti ospiti subito rintuzzati da Trieste (32-22). Le triple di Baldasso e Janelidze danno il massimo vantaggio all’Alma (38-23) ma Ravenna rientra ancora con Masciadri e Grant ma il Giga è strepitoso e mette un’altra tripla. Grant muove il tabellino di Ravenna con due liberi ma Cavaliero trova la bomba ed ancora Janelidze fa volare l’Alma. Cavaliero infila l’ennesima tripla e Ravenna trova il modo di rientrare parzialmente chiudendo il secondo quarto sotto di 13 (49-36).  Nel terzo quarto Ravenna trova alcuni tiri dalla distanza e rientra pericolosamente fino al -7 (55-58). Una tripla di importanza capitale scoccata da Fernandez blocca l’inerzia dell’Orasì e Janelidze imperversa da qualsiasi posizione. La tripla di Baldasso sulla sirena ridà un vantaggio più rassicurante ai biancorossi (72-57). All’inizio del quarto periodo gli ospiti danno il tutto per tutto e con un parziale di 7-0 rientrano in partita ma la reazione biancorossa è da grande squadra: Cavaliero e Baldasso sfidano Rice e Chiumenti ed a suon di bombe Trieste si riprende il vantaggio di 17 punti (93-76). Mancano poco più di due minuti alla fine e per coach Dalmasson è tempo di concedere a Janelidze l’applauso e la standing ovation. Entrano anche Deangeli e Schina e quest’ultimo si iscrive a referto con un positivo 2/2 in cinquantacinque secondi di presenza sul parquet. Alla fine il tabellino parla di 21 punti e sette rimbalzi per Janelidze, 19 punti per Baldasso, 16 per Cavaliero con 10 assist,   10 punti per Bowers e 9 importanti per capitan Coronica. Per gli ospiti 26 punti per Rice e 12 punti a testa per Chiumenti e Grant. In classifica solamente la Consultinvest tiene il passo della capolista mentre sia Montegranaro che Udine si fermano rispettivamente a Forlì ed a Ferrara. In grande recupero la De’ Longhi Treviso, squadra ora nel gruppo delle terze, che ospiterà al Palaverde di Villorba proprio l’Alma, nell’incontro principale della ventiduesima giornata e con il possibile e fondamentale rientro di Da Ros e di Green.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento