rotate-mobile
Sport

Vittoria sofferta ma meritata per il Venjulia Rugby

Nonostante infortuni e turnover, all'Ervatti passano gli alabardati

In casa contro il Rugby Alpago Il  Venjulia rugby Trieste vince 12 a 10. Inizano bene i ragazzi triestini, dominando il possesso sia della palla e sia del territorio. Ma gli avversari si dimostrano veramente solidi in fase difensiva. Solo dopo diversi tentativi il Trieste riesce finalmente a trovare la meta con l’ala Francesco Iachelini, ben servito al largo da un bel passaggio del mediano di apertura Giuseppe Miccoli. La meta angolata non viene però trasformata e il risultato rimane sul 5 a 0. Il Venjluia continua a dominare soprattutto con la mischia, che dopo diversi avanzamenti riesce nuovamente a schiacciare la palla in meta con il flanker Simone Zornada, ma l’arbitro erroneamente non vede.

Alcuni infortuni per la squadra di casa (Iachelini, Lapel e Ciusa) costringono ad alcuni cambi anticipati, ma è ancora Trieste che controlla la partita senza però concretizzare e il primo tempo finsice 5 a 0. La ripresa vede la squadra ospite mettersi in mostra non solo per la gran difesa ma anche per un gioco d’attacco semplice ma efficace. Ed è prorpio l’Alpago a segnare la prima meta della ripresa, portandosi in vantaggio per 7 a 5. La partita continua a un ritmo serrato, e caratterizzata da gran difese da parte di entrambe le squadre in campo.

Nonostante il dominio in mischia ordinata il Trieste non riesce a fare punti, ma anzi è un calcio di punizione per gli ospiti a cambiare il risultato su 10 a 5. Da qui in poi, con pochi minuti ancora da giocare è dominio triestino, che ci prova in tutti i modi a portare a casa una vittoria ormai quasi sfumata. Ed è proprio all’ultimo minuto di gioco che l’ala triestina Antonio Cattarini schiaccia in meta all’angolino, ancora una volta su assist di Giuseppe Miccoli. Il risultato è in parità sul 10 a 10 e la trasformazione angolatissima è affidata all’estremo Michelangelo Atena, che con gran freddezza realizza il calcio decisivo per la vittoria. Esplode la gioia in panchina e tra il pubblico in tribuna per una partita dura ma meritata. Man of the match il pilone Alessio Feltrin che assieme a tutta la mischia han dominato gli avversari per 80 minuti. Complimenti al Rugby Alpago per una prestazione solida fino alla fine. Domenica prossima trasferta difficile a Mira per la squadra guidata da Mez e Lombardo, ma con la voglia di vincere anche fuori casa contro una squadra già battuta in novembre nella fase precedente del campionato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittoria sofferta ma meritata per il Venjulia Rugby

TriestePrima è in caricamento