rotate-mobile
Pallanuoto / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Riva del Mandracchio

Vent'anni di Pallanuoto Trieste: ecco le prime squadre della stagione 2023 - 2024

Giornata emozionante per la società alabardata. Il presidente Enrico Samer: "Raggiunti i traguardi che ci eravamo prefissati. Siamo diventati un punto di riferimento". Tra il 15 e il 17 settembre si inizia con la Coppa Italia maschile

Presentate ufficialmente in occasione dei vent'anni della Pallanuoto Trieste le squadre di serie A1 maschile e serie A1 femminile. La stagione 2023/2024 della società sponsorizzata Samer & Co. Shipping prevede impegni in campionato, in Coppa Italia e nelle coppe europee: Euro Cup maschile e Champions League femminile. Così il presidente della Pallanuoto Trieste Enrico Samer: “In vent’anni abbiamo percorso tanta strada, siamo partiti dal basso e pian piano abbiamo raggiunto tutti i traguardi che ci eravamo prefissati. Ripensando al passato, sono tante le tappe che ci hanno portato ai vertici. Era esattamente l’1 settembre del 2003 quando, con il primo consiglio direttivo nasceva questa società dalla fusione delle sezioni pallanuoto di due sodalizi centenari come Edera e Triestina Nuoto. La svolta è arrivata con le due promozioni in A1, nel 2015 la maschile e nel 2019 la femminile. Ora siamo diventati un punto di riferimento per la waterpolo italiana, quello di Trieste è il publico più numeroso in assoluto, nella scorsa stagione giocando l’Euro Cup maschile abbiamo dimostrato che la Pallanuoto Trieste ha anche una vocazione internazionale. Il raggiungimento della Champions League femminile è forse il miglior coronamento di questi vent’anni. La base di tutto questo però è rappresentata dal lavoro che stiamo svolgendo con il settore giovanile grazie alla Piscina di San Giovanni, un impianto che per noi è fondamentale. Guardiamo al futuro con fiducia”.

Sono poi saliti sul palco accanto al presidente prima Lidia Samer, consigliere della Pallanuoto Trieste, e via via allenatori e capitani che hanno segnato due decadi di fervente attività. Il direttore del Centro Federale “Bruno Bianchi” Franco Del Campo ha aperto gli interventi delle autorità, sottolineando come “sia un orgoglio affiancare il percorso di una splendida realtà come la Pallanuoto Trieste, che è nata da un raro e intelligente esempio di fusione tra due club e adesso gioca ai massimi livelli nazionali”.

Marcella Skabar ha ribadito “l’ammirazione per la famiglia Samer, che da sempre è vicina allo sport locale e con la Pallanuoto Trieste sta ora portando il nome della nostra città in giro per l’Europa”. È stato poi il turno dell’assessore alla cultura e sport del Comune di Trieste Giorgio Rossi: “La Pallanuoto Trieste è un faro che illumina lo sport triestino. Merito va al presidente Samer, che è riuscito a conciliare mecenatismo e mentalità aziendale. Adesso siamo al suo fianco nella realizzazione di Trieste Campus, un progetto che garantirà ulteriori spazi per l’attività di tante discipline”.

Infine è intervenuto l’assessore all’ambiente e all’energia della Regione Friuli Venezia Giulia Fabio Scoccimarro: “Ho iniziato a seguire l’epopea della Pallanuoto Trieste già tempo fa quando ero presidente della Provincia. Il valore aggiunto che ha consentito di ottenere i risultati odierni è stato sì l’impegno e il sacrificio degli atleti, ma anche il costante supporto di un solidissimo gruppo imprenditoriale come quello della famiglia Samer”.

Il direttore sportivo della Pallanuoto Trieste Andrea Brazzatti ha provato a tracciare il sentiero da seguire nella stagione 2023/2024: “Abbiamo rafforzato entrambe le nostre squadre, che già erano reduci da un anno decisamente positivo. L’obiettivo è quello di essere protagonisti in tutte le competizioni. Stiamo crescendo, dobbiamo lavorare ancora tanto ma i presupposti per fare bene ci sono. Inoltre partecipare alle coppe europee, l’Euro Cup maschile e la storica prima volta in Champions League per le ragazze, ci infonde ulteriori stimoli. Proveremo ad andare lontano”.

La presentazione poi è proseguita con la chiamata sul palco uno ad uno degli atleti alabardati, iniziando con le orchette della serie A1 femminile e proseguendo con i ragazzi della serie A1 maschile, lasciando spazio in chiusura ai capitani Lucrezia Cergol e Ray Petronio e agli allenatori Paolo Zizza e Daniele Bettini. E tra due settimane si inizia a fare sul serio. Tra il 15 e il 17 settembre si gioca la Coppa Italia maschile, tra il 22 e il 24 settembre doppio appuntamento continentale con il primo girone dell’Euro Cup maschile e il turno preliminare della Champions League femminile, l’1 ottobre esordio alla “Bruno Bianchi” nei campionati di serie A1 maschile e serie A1 femminile, i rispettivi avversari saranno Distretti Ecologici e Como Nuoto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vent'anni di Pallanuoto Trieste: ecco le prime squadre della stagione 2023 - 2024

TriestePrima è in caricamento