menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vince l'Edera in Casa 12 a 4 sul Monleale

L’Edera si presenta all’appuntamento con il rientro di Fabio Armani a rinforzo della difesa giuliana ma senza l’opportunità di schierare il golie Camin, indisponibile dell’ultima ora. Il match inizia con circa mezz’ora di ritardo a causa...

L'Edera si presenta all'appuntamento con il rientro di Fabio Armani a rinforzo della difesa giuliana ma senza l'opportunità di schierare il golie Camin, indisponibile dell'ultima ora.

Il match inizia con circa mezz'ora di ritardo a causa dell'arrivo tardivo degli ospiti, bloccati da una gara ciclistica.
Per i triestini è tempo di esperimenti e così coach Rusanov stravolge spesso le linee rossonere ed impiega, fin dall'inizio i due gioiellini del vivaio alabardato De Vonderweid e Degano.

Il Monleale sembra intimorito dalla truppa rossonera e rimane rannicchiato nella propria metà più per l'impossibilità di proporsi in attacco che per scelta tattica.

Il gioco dei rossoneri scorre fluido ed è chiara l'impressione che i triestini cerchino più lo spettacolo che il gol e, come già visto nell'ultimo match di Asiago, in cinque minuti, dal nono al quindicesimo, l'Edera cala un devastante poker (Frizzera, Klenk, Zerdin e Kos) che praticamente chiude la partita.

L'incontro continua con un'altra serie di occasioni da gol per i giuliani che colpiscono una serie di pali e traverse fino a perderne il conto e, dal min 21 al min 23, trovano la via del gol ancora Klenk, Zerdin e Kos. A fil di sirena, Ferrari trova lo spiraglio per infilare Peruzzi e le squadre vanno negli spogliatoi sul 7-1.
Al rientro in campo nel giro di tre minuti, Crivellari va in gol per il Monleale, Klenk per l'Edera e ancora Crivellari per la sua doppietta personale.

Al 32.50 penalità comminata a Sorrenti ma l'Edera, nonostante l'inferiorità numerica, gestisce a suo piacimento il disco andando ripetutamente al tiro fino a trovare il gol con Krivic, su spettacolare assistenza di Kos. Trascorre solamente un minuto e, con le squadre in parità numerica, è Sorrenti che non dà scampo a un desolato Russo per il gol numero 10 dell'Edera.
Rusanov, approfittando di un time aut chiamato dal Monleale, richiama in panchina Peruzzi fa entrare al suo posto il giovanissimo Dudine che subito dopo il suo ingresso compie un mezzo miracolo neutralizzando splendidamente un contropiede piemontese in situazione di due contro zero ma nulla può al 41.30 sul tiro di Favarelli.

C'e ancora tempo per poker personale di Klenk, per vedere in pista il giovanissimo Raimondi, l'altrattanto giovane golie del Monleale Mura e per la soddisfazione del gol dell'under 17 Degano.

Edera-Monleale 12-4 (P.t. 7-1)

Edera: Peruzzi, Dudine, Mariotti, Simsic, Frizzera (1), Sorrenti (1), Zerdin (2), Krivic (1), Klenk (4), Kos (2), Pirker, Raimondi, De Vonderweid, Armani, Degano (1)

Monleale: Russo, Bartheldy, Bortolotto, Crivellari (2), Faravelli (1), Ferrari (1), Oddone Marco, Romero, Oddone Riccardo, Valli, Mura, Lerta

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Report Iss, Riccardi: "In Fvg dati da zona gialla"

  • Cronaca

    Draghi approva il nuovo decreto: resta il coprifuoco alle 22

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento