La cooperativa Eos insegna l'italiano a minori stranieri grazie ad Unicredit

La Banca, con i fondi raccolti tramite la Carta Etica, contribuisce all’allestimento di un laboratorio multimediale per l’insegnamento della lingua italiana a minori stranieri

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Grazie al contributo dei fondi di Carta Etica erogato da UniCredit, la cooperativa sociale triestina EOS, ha potuto implementare il proprio progetto finalizzato a favorire l’inserimento di minori stranieri presenti in Italia non accompagnati, categoria maggiormente vulnerabile e a rischio di esclusione sociale. Più nel dettaglio, il contributo fornito dalla banca è stato utilizzato per allestire un laboratorio multimediale, già operativo, per promuovere l’insegnamento della lingua italiana come primo e fondamentale strumento di integrazione.

La donazione attinge ai fondi raccolti dalla banca per iniziative e progetti di solidarietà sul Territorio tramite la carta di credito “UniCreditCard Classic E”, che accantona il 2 per mille di ogni spesa effettuata dai clienti, senza aggravi per questi ultimi. Tramite i fondi della “Carta Etica” UniCredit, negli ultimi 7 anni, è riuscita a sostenere 70 progetti di Onlus e Associazioni benefiche sparse in tutto il Territorio Nord Est, erogando contributi per oltre 1,4 milioni di euro. L’iniziativa rientra nel più ampio ambito della Social Impact Banking, il programma di UniCredit che ha l’obiettivo di identificare, finanziare e promuovere persone e imprese che possono avere un impatto sociale positivo.

Dal lancio del progetto al 30 giugno 2019, la Social Impact Banking di UniCredit ha erogato 83,5 milioni di euro di prestiti a circa 2150 imprese, di cui 38 operazioni per 42 milioni di euro di impact financing e 2.103 prestiti di microcredito per un importo di 41,5 milioni di euro. La Cooperativa EOS di Trieste è una cooperativa sociale fondata nel maggio 2009 che offre servizi educativi a minori e adolescenti in difficoltà e alle loro famiglie.

Dalla sua nascita, la cooperativa ha sviluppato e gestito diversi progetti: dalla gestione di gruppi appartamenti per adolescenti e ragazze neomaggiorenni all’organizzazione di un servizio di semiresidenzialità per supportare i minori e le loro famiglie; dallo sviluppo di progetto di percorsi familiari alla progettazione di percorsi di educazione alla legalità. Christian Padoan, Presidente della Cooperativa EOS ha dichiarato: “Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco: nasce da questa riflessione l’idea di avere nella nostra struttura uno strumento innovativo capace di parlare ai ragazzi nel linguaggio “tecnologico” che loro conoscono bene, aumentando nello stesso tempo il divertimento e la motivazione all’apprendimento".

"Desideriamo dunque ringraziare UniCredit e i suoi clienti che, scegliendo Carta Etica, ci hanno permesso di realizzare questa iniziativa estremamente concreta che ci ha consentito di migliorare e potenziare nettamente l’apprendimento della lingua italiana, di promuovere la cittadinanza attiva, di migliorare la didattica, di sollecitare il coinvolgimento attivo, di migliorare l’attenzione e il clima complessivo della struttura. Un ulteriore ringraziamento va alle persone di UniCredit che sono venute a trovarci in struttura per vedere con i loro occhi ciò che quotidianamente facciamo, per incontrare i colleghi impegnati in questo difficile compito educativo e per salutare i ragazzi che poi materialmente utilizzano e utilizzeranno questo laboratorio". 

Torna su
TriestePrima è in caricamento