Ambiente: depuratore di Servola in linea con i dettami europei

Conferenza stampa per la presentazione dell'avvio ai lavori del terzo lotto per la realizzazione del depuratore di Servola. Soddisfazione da parte di tutti gli attori e alte aspettative per un progetto che mette la cura dell'ambiente come obiettivo principale

«Siamo di fronte a un intervento importante sul piano ambientale ed economico ma anche per superare la procedura di infrazione comunitaria più datata che riguarda il Friuli Venezia Giulia». Con queste parole l'assessore regionale all'Ambiente Sara Vito ha commentato l'avvio dei lavori del terzo lotto per la realizzazione del nuovo depuratore di Servola aTrieste, presentato in una conferenza stampa oggi alla presenza del sindaco di Trieste Roberto Cosolini, dell'assessore all'Ambiente della Provincia di Trieste Vittorio Zollia, dell'amministratore delegato del gruppo Hera Stefano Venier e del direttore generale di AcegasApsAmga Roberto Gasparetto. 

L'intervento - per il quale è stato firmato a marzo un apposito accordo di programma tra la Regione, il dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica (del Mise) e il ministero dell'Ambiente, della Tutela del territorio e del mare - prevede un investimento complessivo di 52,5 milioni di euro (di cui 8 milioni già impiegati per la bonifica del sito ex Scalo legnami) e porterà all'attivazione del nuovo impianto a gennaio del 2017, mentre il completamento dell'opera è previsto per il 2018.

Come illustrato dal direttore Gasparetto, le tecnologie innovative utilizzate nel nuovo depuratore consentiranno di "parlare" con il mare: attraverso un costante monitoraggio dello stato del golfo di Trieste, infatti, sarà bilanciata l'intensità del trattamento (che avverrà a terra e non più nelle condotte sottomarine, come previsto dalle normative comunitarie) in modo da garantire l'equilibrio dell'ecosistema marino.
«Si tratta di un intervento che ha risvolti positivi sotto ogni punto di vista» ha affermato l'assessore Vito. «Il tema ambientale è prioritario e porterà Trieste all'avanguardia e nel pieno rispetto dei dettami dell'Unione europa. Ma è anche la dimostrazione che investire sull'ambiente significa favorire lo sviluppo economico e il rilancio dell'occupazione».

Depuratore Servola-2Di fondamentale importanza il superamento della procedura di infrazione comunitaria. «Questa amministrazione, quando si è insediata, ha trovato una procedura già arrivata alla sanzione ed è stato fatto un grande lavoro per scongiurare il pagamento della sanzione stessa» ha aggiunto Vito. «Stiamo facendo il possibile, con un cronoprogramma molto rigoroso che il soggetto attuatore, ovvero il gruppo Hera, dovrà rispettare per arrivare alla fine di questo intervento e al superamento di questa infrazione in tempi contenuti».

Soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco Cosolini, «per un risultato tutt'altro che scontato e per lo sforzo congiunto che è stato messo in atto. Il nuovo depuratore consente di fare una salto di qualità sul piano ambientale, con ricadute positive anche sull'economia; il tutto in tempi certi». L'assessore provinciale Zollia ha sottolineato «la capacità di unire la realizzazione del nuovo impianto all'opera di bonifica, grazie alla collaborazione tra enti pubblici e privati».


«Il progetto di Trieste rappresenta un tassello in una serie di interventi che stiamo realizzazione sull'intero Nord Adriatico» ha sottolineato Stefano Venier. «Un percorso che abbraccia investimenti per 230 milioni di euro e che vede idealmente collegate Trieste, Padova e Rimini, i tre centri in cui si concentrano gli interventi».


Il nuovo impianto triestino, secondo l'amministratore delegato del Gruppo Hera, «ha nella sfida tecnologica una della sue componenti più importanti. Vengono messe in pratica tecnologie nuove per trattare al meglio le acque e poterle restituire al mare in perfetto controllo e in modo che l'ecosistema marino le possa accogliere».

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

Torna su
TriestePrima è in caricamento