Viaggiavano su un'auto rubata: due uomini arrestati a Fernetti

Accusati di ricettazione dagli agenti della Polizia di Frontiera e della Polizia Stradale

foto di repertorio

Viaggiavano su un’autovettura rubata i due cittadini croati arrestati ieri pomeriggio a Fernetti con l’accusa di ricettazione dagli agenti del Settore Polizia di Frontiera di Trieste e della locale Sezione della Polizia Stradale. Il 30enne L.J. e il 28enne M.J. si trovano ora nel carcere del Coroneo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre il veicolo è stato posto sotto sequestro.

L’autovettura, che risultava rubata a Roma, è stata fermata da una pattuglia della Polizia di Frontiera su segnalazione della Sala Operativa della Polizia Stradale. Durante gli accertamenti sul possesso del veicolo il conducente M.J. ha inizialmente sostenuto di averlo acquistato regolarmente. Dalle sue successive dichiarazioni spontanee sono, invece, emerse circostanze tali da rendere neccessario l’arresto per ricettazione.
All’operazione ha partecipato anche il personale militare del Reggimento Piemonte Cavalleria di Trieste, che ormai da oltre due anni collabora con la Polizia di Frontiera nell’ambito dell’Operazione Strade Sicure.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intimano l'alt e gli puntano il fucile contro: la gita in bosco si trasforma in un incubo

  • Non solo transfrontalieri: chi può entrare in Slovenia dal 26 maggio

  • Blocco unilaterale dei confini, Fedriga chiede l'intervento del Governo

  • Mercurio pronto a dare spettacolo al tramonto: come e quando osservalo a occhio nudo

  • Un aiuto per pagare l'affitto: al via il bando del Comune

  • Sparatoria a Nova Gorica, coinvolte più persone

Torna su
TriestePrima è in caricamento