Schiuma al mare in Costiera: quasi sicuramente di origine naturale

La decomposizione della sostanza organica derivante da alghe, piante acquatiche o foglie cadute, rilascia infatti delle sostanze tensioattive naturali che possono generare schiume in presenza di moto ondoso

Martedì 11 luglio sono stati effettuati i prelievi dei campioni d’acqua di balneazione lungo la costiera triestina, come previsto dalla data di calendario programmata per i siti designati alla balneazione.
La segnalazione relativa alla presenza di schiuma in costiera triestina, località Santa Croce, riferita allo stesso giorno, non ha trovato riscontro dall’esame ispettivo eseguito dai tecnici di Arpa Fvg durante il campionamento routinario effettuato lungo il litorale della Provincia di Trieste.
Probabilmente, la schiuma motivo della segnalazione, verosimilmente di origine naturale (generata dall’aumento del moto ondoso dell'acqua contenete materiale vegetale in decomposizione) si è dispersa nel corso della giornata.
Nonostante ciò molti bagnanti, non conoscendone la causa, hanno nel frattempo preferito abbandonare la spiaggia e tornarsene a casa.

Il fenomeno delle schiume, infatti, si verifica quando si ha accumulo di sostanze tensioattive sul pelo dell’acqua. Normalmente la decomposizione della sostanza organica derivante da alghe, piante acquatiche o foglie cadute, rilascia delle sostanze tensioattive naturali che possono generare schiume in presenza di moto ondoso.
Quest’ultimo facilita la demolizione delle fibre vegetali galleggianti in acqua oppure rompe le cellule microalgali presenti sulle rocce (perifiton), con conseguente formazione di schiuma bianca e/o giallastra.
Al contrario le schiume artificiali generate da prodotti di sintesi formano delle bolle con colorazione iridescente e si possono formare anche in assenza di moto ondoso.

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Malore in spiaggia, bambina finisce al Burlo

Torna su
TriestePrima è in caricamento