Da 1836 euro a 113 euro: tagliata al spesa per l'allacciamento alle fognature

Il caso Santa Croce porta benefici a tutta la città in termini economici e ambientali

foto di repertorio

Il caso Santa Croce da il via a enormi vantggi per tutti i triestini. Infatti i lavori di creazione della fognatura del paese ha dato il via a uno studio messo in atto dalla IV Commissione consigliare presieduta Michele Babuder, il Comune di Trieste, l'AcegasApsAmga e il Cato, ente preposto a autorizzare le tariffe poi applicate dall'ex municipalizzata. Uno studio che ha prodotto una soluzione decisamente vantaggiosa per i cittadini, non solo del borgo dell'altipiano, ma di tutta Trieste (che vedrà a brece scavi anche a Prebenico Crociata (San Dorligo) e ad Opicina.

In precedenza, il tariffario di AcegasApsAmga prevedeva che per ottenere l’allacciamento alla pubblica fognatura il privato dovesse corrispondere dai 1836 euro (se l'intervento era eseguito contestualmente alla posa del collettore stradale) a 3672 euro (se l'intervento eseguito non era contestuale alla posa del collettore stradale). Ora, è stato valutato che l'allacciamento alla fognatura si somma alle spese che il privato deve già sostenere per realizzare le opere di collegamento all’interno della sua proprietà sino al punto di allaccio; inoltre l’opera nuova prevede già la realizzazione dello scavo e la posa dei fognoli a confine di proprietà, questo significa che la tariffa già copre questo aspetto; infine la nuova infrastruttura porta dal punto di vista ambientale e dei servizi a un beneficio collettivo. Per questo motivo le spese - appunto non solo per Santa Croce, ma anche per le future opere cittadine - costerà solo 113 euro a titolo di contributo per le spese di autorizzazione allo scarico se l'allacciamento sarà contestuale alla posa del collettore stradale. 

Ovviamente il costo della nuova infrastruttura andrà pagato da qualcuno ed è stato deciso di ripartirla sull'intera comunità proprio perchè porta dal punto di vista ambientale e dei servizi a un beneficio collettivo, ma graverà economicamente in modo ipercettibile sulla totalità cittadini. 

«Il Comune ha raccolto le istanze dei cittadini e fatto gli approfondimenti utili e d'ora in poi, grazie all'impegno di anche di AcegasApsAmga e Cato, nessun triestino, in caso di realizzazione di nuove infrastrutture fognarie e allacci contestuali all'intervento, pagherà più contributi accessori», è il commento del forzista Michele Babuder.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cappotto, come scegliere il modello giusto in base alla tua silhouette

  • Malore durante l'allenamento in palestra, salvata da un infermiere in pensione

  • I metodi fai da te per pulire i tappeti in modo efficiente

  • Rissa tra giovani armati di bastoni in largo Barriera, indagini della Polizia

  • "Scambio di persona", spunta un'altra versione sull'aggressione a Muggia

  • Lite in via Carducci, intervento della Squadra Volante

Torna su
TriestePrima è in caricamento