I genitori di Giulio Regeni: "Le promesse egiziane sono solo fuffa"

La madre di Giulio Regeni commenta le rassicurazioni del presidente Al Sisi a Conte.

"Solo fuffa". La madre di Giulio Regeni commenta così le rassicurazioni di qualche giorno fa del presidente Al Sisi a Conte.  Lo riporta il TGR Rai FVG. Un nuovo procuratore non è abbastanza per colmare il vuoto di un figlio che non c'è più, come non può bastare un promessa. Intanto, il 25 gennaio saranno passati quattro anni dal rapimento di Giulio Regeni in Egitto, che, purtroppo, è stato solo il preludio delle torture e quindi dell'uccisione del giovane ricercatore.

La lettera di Paola e Claudio

«Buongiorno presidente Al Sisi,
siamo i genitori di Giulio Regeni, il ricercatore italiano sequestrato, torturato e ucciso al Cairo.
A marzo di tre anni fa Lei si rivolgeva a noi «come padre prima che come presidente» e prometteva «che faremo luce e arriveremo alla verità, lavoreremo con le autorità italiane per dare giustizia e punire i criminali che hanno ucciso vostro figlio». 

(...)

Presidente, Lei ha l’occasione per dimostrare al mondo che è un uomo di parola: consegni i cinque indagati alla giustizia italiana, permetta ai nostri procuratori di interrogarli, dimostri al mondo che la osserva che Lei non ha nulla da nascondere. Lei ha il privilegio e l’occasione di fare giustizia, sprecarli sarebbe imperdonabile.
Con l’augurio di verità e giustizia».


In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Benzina in Slovenia: da oggi costa ancora meno

  • E' di Marina Buttazzoni il cadavere trovato a Portopiccolo

  • "Non trovo personale che venga a lavorare", anche a Trieste imprenditori in crisi

  • Rive, scampata tragedia nella notte: finisce in mare con la 500 e si salva da sola

  • Rivalutazione pensioni 2020, al via l'aumento degli importi

  • Studi legali migliori d'Italia, due triestini nella classifica di Forbes

Torna su
TriestePrima è in caricamento