Grave incidente sulla superstrada di Capodistria: tamponamento e fuga

Il 24enne sarà accusato di guida pericolosa e di fuga senza assistenza alla parte lesa, un uomo di 50 anni che si troverebbe ora in gravi condizioni di salute

Foto di repertorio

Grave incidente causato da un ragazzo 24enne alla guida di un'auto, un violento tamponamento che ha causato gravi ferite a un 50enne italiano. Come riferiscono Primorske Novice e Primorski Dnevnik, l'incidente si è verificato alle 22:05 di ieri sera, all'uscita di Slavček sulla superstrada di Capodistria (verso Lubiana), un'autovettura è uscita dalla carreggiata colpendo il guardrail e un palo dell'illuminazione pubblica, da cui sarebbe caduto un lampione.

La dinamica

I Vigili del fuoco di Capodistria sono intervenuti mettendo in sicurezza il luogo dell'incidente, scollegando la batteria e salvando la vittima, che è stata poi portata all'ospedale di Isola da un servizio medico di emergenza. Sarebbe quindi stato il ragazzo 24enne, originario di Divaccia, a causare l'incidente schiantandosi sul retro dell'altra auto, per poi fuggire senza prestare soccorso. Più tardi si è presentato alla stazione di polizia e ha descritto ciò che era accaduto. Gli agenti di polizia hanno quindi effettuato l'alcoltest, da cui è risultato un tasso alcolemico prossimo allo 0,7. Il 24enne sarà accusato di guida pericolosa e di fuga senza assistenza alla parte lesa, che si troverebbe ora in gravi condizioni di salute. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento