"I ragazzi di colore non sono stati cacciati dal locale", la precisazione sul "caso" avvenuto a Muggia

Nicola Sturniolo è presidente dell'associazione del cui organico fanno parte i due ragazzi di colore che, secondo l'esponente del Partito Democratico Maria Luisa Paglia, sarebbero stati cacciati "dai dipendenti del locale". "Sono stati insultati da un avventore con qualche birra di troppo. I gestori del locale si sono scusati con i volontari di colore"

Riceviamo e pubblichiamo la richiesta di rettifica sul caso di Muggia. L'esponente del Partito Democratico, Maria Luisa Paglia aveva mandato un comunicato stampa alle testate locali dove sosteneva che "la settimana scorsa presso un bar di Muggia in piazza Marconi, due ragazzi che effettuano volontariato presso un’associazione locale, entrati per un caffè, sono stati aggrediti verbalmente e cacciati dai dipendenti del locale, solo per il colore della loro pelle". 

La nota di rettifica 

Questo pomeriggio abbiamo ricevuto una nota da parte del presidente dell'associazione nel cui organico fanno parte i ragazzi di colore protagonisti dell'episodio. Nicola Sturniolo, a capo della G.F.A.-F.V.G.-E.T.S. ha commentato così la notizia. "Vorrei precisare che i ragazzi di colore (oggetto di quanto asserito dalla signora Paglia) nel mio organico non sono stati né insultati né cacciati da alcun locale o gestore o altro".

"Non veritiero"

Secondo Sturniolo "sono stati sì insultati da un avventore del bar con qualche birra di troppo. Io in persona e gli agenti della Polizia Locale sono intervenuti sul nascere dell'alterco. I gestori del locale e gli altri avventori tra cui la persona che accompagnava il soggetto alterato si sono scusati sia con i volontari di colore, che con il sottoscritto". Il racconto dell'episodio fornito dalla Paglia, secondo il presidente dell'associazione sarebbe "non veritiero. Di quanto da me asserito hanno memoria gli agenti della Polizia Locale intervenuti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di iscritti alle alle università online, ecco quelle riconosciute dal Miur

  • "Sono stato aggredito con un piede di porco", triestino all'ospedale: "Volevano entrare in casa"

  • Incidente in via Udine: insulti e minacce di morte ad un medico del 118

  • Bimbo cammina in fondo alla chiesa, alcuni fedeli "cacciano" lui e la madre

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

  • Blitz della Finanza sui subappalti in Fincantieri: un arresto, 19 aziende coinvolte e 34 indagati

Torna su
TriestePrima è in caricamento