Oscar per un triestino agli studi di Walt Disney

Il "character animator" di Trieste è parte della squadra Disney dal 2012 e ha contribuito alla realizzazione di molti altri film tra cui "Frozen" e "Oceania"

Foto di "Trieste science + fiction festival"

Un triestino ai Walt Disney Animation Studio: per lui, Mitja Rabar, è appena arrivato il terzo premio Oscar nella categoria "miglior film d’animazione" per aver lavorato a "Zootropolis". E non solo: Mitja è parte della squadra Disney dal 2012 e ha contribuito alla realizzazione di molti altri film: "Ralph Spaccatutto", "Frozen", "Big Hero 6", e "Oceania". Il suo ruolo è quello di "character animator", una delle figure più importanti dello staff, e in un'intervista al "Trieste science + fiction festival" ha di recente raccontato la sua esperienza nel più antico studio di animazione ancora in attività.

Il segreto della Disney, ci rivela Mitja, è il totale controllo delle sue produzioni in ogni fase di quel prodigioso processo che permette di creare mondi di fantasia partendo dal niente. Non come accade in moltissimi titoli "Blockbuster" dove gli effetti speciali vengono delegati a realtà esterne e manca una continuità tra storia e realizzazione, oltre al fatto che le scadenze devono essere rispettate anche a scapito della qualità. Non così per la Disney, che segue il lavoro "in casa", dalla progettazione al montaggio, quindi a fronte di un risultato non ancora perfetto può permettersi di posticipare l'uscita del film.

Nella città di Zootropolis, racconta ancora Mitja, tutto è progettato nei minimi dettagli, ogni controscena e ogni palazzo sorge da un progetto originale. Finanche i movimenti fuori scena vengono studiati e realizzati per dare allo spettatore l'idea che quel mondo esiste anche al di fuori dello schermo, e che una volta usciti dal cinema i personaggi continuino la loro vita in una realtà parallela.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa tra giovani armati di bastoni in largo Barriera, indagini della Polizia

  • "Scambio di persona", spunta un'altra versione sull'aggressione a Muggia

  • Lite in via Carducci, intervento della Squadra Volante

  • Segnala il furto di una macchina a Montedoro, ma per il Direttore e la Polizia non v'è traccia

  • Pugno di ferro del Questore, giù la saracinesca del bar Moderno

  • Maxi evasione per oltre due milioni di euro, nei guai autonoleggio con finte sedi in Slovenia

Torna su
TriestePrima è in caricamento