Piove dentro il "Rossetti": al via il piano triennale da 1 milione e 200mila euro

Approvata una settimana fa la delibera per il primo lotto da 300mila euro per ovviare a un problema di infiltrazioni che si protrae da più di un decennio. Tonel: "Finora soluzioni tampone, ora intervento massiccio e duraturo"

Infiltrazioni d'acqua al Rossetti, un problema che si ripropone durante gli episodi di maltempo e che continua fin da pochi anni dopo il grande restauro del 2000. Dal 2006 sono stati diversi gli “interventi tampone” per risolvere temporaneamente il problema, ma questo si è riproposto periodicamente negli anni, fino ad oggi.

Problemi strutturali

Così ha spiegato l'assessore con delega ai teatri Serena Tonel: “Le infiltrazioni arrivano dal tetto e dalle facciate, principalmente quella che dà su viale XX settembre. Soprattutto l'anno scorso c'erano stati degli episodi piovaschi intensi con spandimenti e l'acqua è filtrata a più riprese, quindi invece di tamponare ogni volta si è valutato che, trattandosi di problemi strutturali e di tenuta delle guaine bisognava effettuare un investimento più massiccio e duraturo”.

Il piano triennale

Una conclusione, dichiara l'assessore, che nasce già dai sopralluoghi effettuati nel 2016, a deleghe appena assegnate: “Il piano triennale delle opere, approvato quest'estate assieme al bilancio, prevedeva un primo intervento di 300mila euro quest'anno, e un investimento ben più importante il prossimo anno, fino a fino ad arrivare a 1 milione e 200 mila euro in tutto entro il 2020. La delibera di 10 giorni fa ha approvato questo primo lotto per il 2018, riservato ad alcuni interventi su facciate e retro, dove si trovano i camerini”.

Stagione invariata

Il progetto è stato appena consegnato, a breve sarà indetta la gara per assegnare i lavori, che saranno “interventi non invasivi – assicura Tonel - e meramente tecnici come impermeabilizzazioni, guaine e messa in sicurezza dell'edificio, e nel frattempo l'attività del teatro rimarrà invariata. Il lavoro sarà soprattutto concentrato nei mesi estivi, sia per le condizioni meteorologiche sia per la pausa tra una stagione e l'altra”.

Bora contro scirocco

Stranamente, rivela infine l'assessore, “con gli ultimi episodi di pioggia torrenziale non ci sono stati grossi problemi, probabilmente il lato colpito dalla bora è più vulnerabile di quello colpito dallo scirocco”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • "Way of life" vince la Barcolana 51 (FOTO E VIDEO)

  • Accoltellamento in scala dei Giganti: un 17enne italiano in prognosi riservata

  • Barcolana 51: i primi 10 classificati (FOTO)

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

Torna su
TriestePrima è in caricamento