Pirati in Nigeria sequestrano 12 ostaggi tra cui uno sloveno e un croato

Gli assalitori sono saliti a bordo della nave servendosi di scale e arpioni, facendo razzia del carico e distruggendo la maggior parte delle apparecchiature per la comunicazione

Alcuni pirati nigeriani hanno attaccato la nave mercantile Glarus prendendo in ostaggio parte dell'equipaggio tra cui uno sloveno e un croato. La nave che trasportava un carico di grano da Lagos a Port Harcour a 80 km dall'isola di Bonny, nei pressi della foce del fiume Niger. Gli assalitori sono saliti a bordo della nave servendosi di scale e arpioni, e dopo aver fatto razzia del carico e distrutto la maggior parte delle apparecchiature per la comunicazione, sono ripartiti prendendo in ostaggio 12 dei 19 membri dell'equipaggio. I pirati sono disposti a liberarli solo in cambio di un riscatto.

Le autorità nigeriane hanno fatto sapere che tra gli ostaggi ci sono tre filippini, uno sloveno, un croato, un cittadino della Bosnia Erzegovina, un rumeno e un ucraino. Il ministero degli esteri sloveno è in contatto con l'armatore del mercantile, la compagnia Master Shipping con base a Ginevra, e ha fatto sapere che i familiari del marinaio preso in ostaggio sono stati avvertiti ma le sue generalità non sono state divulgate. L'armatore ha precisato che tutte le autorità competenti sono state avvertite, e ha chiesto la liberazione rapida dell'equipaggio. L'azienda sta cercando di itrattare in modo che le operazioni vengano portate a termine assicurando l'incolumità dei marinai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento