"Blitz" di Polidori, nel cassonetto le coperte di un senzatetto

Il vicesindaco di Trieste ne dà notizia attraverso il suo profilo facebook: "Non c’era nessuno e presumo fossero abbandonati. Li ho buttati, devo dire con soddisfazione, nel cassonetto: ora il posto è decente"

Il vicesindaco di Trieste Paolo Polidori ha effettuato l'ennesimo "blitz" contro il degrado cittadino. Questa mattina infatti ha gettato nella spazzatura un "ammasso di stracci buttati a terra, coperte, giacche, un piumino e altro". A darne notizia è lui stesso dal suo profilo facebook. Il luogo "incriminato" è quello dove ormai da qualche mese sosta un senza tetto, fatto sgomberare qualche tempo fa e poi ritornato. 

L'amministrazione è a conoscenza 

La situazione di via Carducci, davanti alle vetrine del supermercato Aldi, è nota all'amministrazione che ne aveva parlato anche durante la conferenza stampa sull'emergenza freddo alla presenza dell'Assessore alle Politiche Sociali Carlo Grilli. Polidori ha preso tutto quello che c'era e l'ha buttato nel cassonetto dell'immondizia. 

49206788_2555271934598313_7978234796969033728_n-2

"Erano abbandonati"

"Non c’era nessuno - ha continuato - quindi presumo fossero abbandonati: da normale cittadino che ha a cuore il decoro della sua città, li ho raccolti e li ho buttati, devo dire con soddisfazione, nel cassonetto: ora il posto è decente. Durerà? Vedremo. Il segnale è tolleranza zero. Trieste la voglio pulita. E adesso si scatenino i benpensanti, non me ne frega nulla". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • Piacenza-Triestina 1 a 2 | Le pagelle: bum bum Maracchi, l'Unione espugna Piacenza

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

  • Camioncino Acegas si schianta contro un muro in via Sottomonte

  • Inseguiti a Rabuiese, gettano dal finestrino la marijuana: in manette tre giovani

Torna su
TriestePrima è in caricamento