Immigrazione clandestina: arrestati due passeur

Il loro comportamento sospetto aveva spinto alcuni cittadini a segnalarli alla polizia

foto di repertorio

Sono accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina i due cittadini pakistani, U.A. di 31 anni e A.N. di 18 anni, arrestati l’altra mattina nel centro cittadino dagli agenti del Settore Polizia di Frontiera.
A tradirli è stato il loro comportamento piuttosto sospetto che ha spinto alcuni cittadini a segnalare la loro presenza alla Polizia. Dagli accertamenti è emerso che i due stavano accompagnando alla stazione ferroviaria otto connazionali e tre cittadini algerini, tutti irregolari sul territorio nazionale.

Sono sedici, tra comunitari ed extracomunitari, i passeur arrestati dall’inizio dell’anno dalla Polizia di Frontiera di Trieste; altri sette extracomunitari e un comunitario sono stati, invece, indagati in stato di libertà sempre per favoreggiamento dell’immigrazione illegale.
Dagli inizi dello scorso mese, in seguito alle disposizioni del Signor Questore, il personale della Polizia di Frontiera, della locale Questura e di altre Forze dell’Ordine svolgono congiuntamente, in prossimità degli ex valichi, specifici controlli di contrasto all’immigrazione clandestina. Inoltre, da oltre due anni, nell’ambito dell’Operazione Strade Sicure, partecipa alle attività della Polizia di Frontiera anche il personale militare del Reggimento Piemonte Cavalleria di Trieste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' di Marina Buttazzoni il cadavere trovato a Portopiccolo

  • "Non trovo personale che venga a lavorare", anche a Trieste imprenditori in crisi

  • Rive, scampata tragedia nella notte: finisce in mare con la 500 e si salva da sola

  • Rivalutazione pensioni 2020, al via l'aumento degli importi

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Colpisce due auto e si cappotta: un ferito a Cattinara

Torna su
TriestePrima è in caricamento