Programma di sviluppo rurale: parte il primo bando, 6,5 milioni di euro disponibili

Proposto dall'assessore alle Risorse agricole Cristiano Shaurli, la programmazione del Programma di sviluppo rurale prevede un bando all'anno dal 2015 al 2020 ed è rivolto all'insediamento dei giovani agricoltori. Shaurli: « Il bando darà l'opportunità al maggior numero possibile di giovani di richiedere il contributo. Prioritari innovazione e ricambio generazionale»

Parte il primo bando del Programma di sviluppo rurale 2014-2020 per il sostegno all'insediamento dei giovani agricoltori. Lo ha approvato la Giunta regionale nell'ultima seduta del 2015, su proposta dell'assessore alle Risorse agricole Cristiano Shaurli. La programmazione del Psr prevede che per i giovani agricoltori sia aperto un bando all'anno dal 2015 al 2020.

«Il tempestivo avvio del bando - ha dichiarato l'assessore Shaurli - darà l'opportunità al maggior numero possibile di giovani di richiedere il contributo, posto che la domanda per il premio di insediamento può essere richiesta entro i 12 mesi dall'effettuato insediamento». Shaurli ha evidenziato «il ruolin