Rubano motori di barche e si tuffano nelle acque gelide per scappare alla Polizia: ladro salvato in extremis dagli agenti

I due ladri sono stati arrestati dalla Polizia di Monfalcone

Nella serata di giovedì 15 febbraio, a Monfalcone, la Polizia di Stato ha fermato per furto aggravato, due cittadini croati di 42 e 47 anni. Verso le 20, il personale della Squadra Volanti è intervenuto nei pressi di una società nautica nei pressi del canale Locovaz a seguito di una segnalazione per alcune persone sospette. Gli agenti hanno subito rintracciato una prima persona che, per eludere il controllo, si era nascosta tra la vegetazione nelle acque di un canaletto di scarico.

Sul posto nel frattempo è intervenuto un secondo equipaggio che, a seguito delle indicazioni fornite dal primo soggetto fermato, ha coadiuvato i colleghi alla ricerca di un secondo uomo nascosto nei paraggi. Quest’ultimo è stato rintracciato, dopo più di un’ora di ricerche, ad un centinaio di metri di distanza dal primo, completamente immerso nelle acque gelide del canale e intrappolato nella fitta vegetazione. Estratto a fatica dai rovi che lo bloccavano, completamente irrigidito e senza forze, è stato soccorso dagli agenti che gli hanno fornito la prima assistenza, scongiurando così conseguenze anche fatali. Pochi istanti più tardi, con indosso alcuni abiti prestati dai poliziotti, l’uomo è stato caricato di peso nell’autovettura di servizio e trasportato d’urgenza presso il locale pronto soccorso, dove gli è stata riscontrata una grave ipotermia.  

Lungo l’argine del canale Locovaz, inoltre, sono stati rinvenuti e successivamente sequestrati quattro motori fuoribordo appena sbarcati da alcuni natanti, arnesi atti allo scasso e un furgone, con targa croata, utilizzati dai due soggetti. Dopo la dimissione dall’ospedale di Monfalcone, i due uomini sono stati condotti, in stato di fermo, presso la locale casa circondariale a disposizione dell’Autorità giudiziaria. La loro posizione è inoltre al vaglio della divisione di polizia anticrimine della Questura di Gorizia per l’applicazione della misura di prevenzione del divieto di ritorno nel comune di Monfalcone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento