"Sardela solidale": 3000 euro donati alle associazioni di beneficenza (FOTO)

Consegnati gli assegni di 1500 euro all'associazione Fibrosi Cistica FVG, 1300 euro alla Lilt-sezione di Trieste e 200 euro all a 4U. Giorgi: «È indubbia la valenza sociale di questo evento»

È stata più volte definita “La vera Festa dei triestini” nel corso degli anni la popolare “Sagra de la Sardela”, la manifestazione, senza fini di lucro, che si avvia a celebrare i 20 anni di attività. Originariamente ubicata sulle Rive, poi trasferita a Roiano e infine da qualche anno a Campanelle, la “Sagra de la Sardela” è organizzata dal Movimento Sportivo Popolare, in collaborazione con l'Asd Campanelle, e opera sul territorio intervenendo a favore dei giovani, sostenendo economicamente le società sportive dilettantistiche triestine e a livello sociale l’associazione no profit Action Aid Italia; promuove inoltre varie associazioni, con l'organizzazione durante l'estate di serate di beneficenza. Continuativa all’interno della manifestazione anche la collaborazione con il servizio sociale del Comune di Trieste e  l'Azienda Sanitaria con borse lavoro per ragazzi diversamente abili e giovani con problemi sociali.

A conclusione dell'edizione 2016, l'assessore comunale al Commercio ed eventi correlati con delega al Volontariato Lorenzo Giorgi ha voluto consegnare oggi in Municipio, gli assegni ricavato delle serate benefiche organizzate, anche quest'anno, a favore dell'Associazione Fibrosi Cistica, della Lilt e della “4U”, associazione di promozione sociale, promossa dall'associazione Amici del 118, quale contributo tangibile per la ricerca e per l'aiuto ai malati e alle loro famiglie. Presenti gli organizzatori, tra cui Andrea Giovannini dell'Asd Campanelle, Sabrina dell'associazione Fibrosi Cistica FVG (con sede al Burlo Garofolo), la presidente della Lilt-sezione di Trieste, Teresa Donaggio della Cooperativa 2001, Alessandro Zocco della band “Rock Rescue 811”, Matteo Modica della “4U”-associazione Amici del 118, Rossana Cauto del Servizio Intergrazione e Inserimento lavorativo del Comune di Trieste.

«È indubbia la valenza sociale di questo evento, che oltre a intrattenere le persone sole e i gruppi famigliari nelle serate estive in cui hanno la possibilità di divertirsi e trascorrere alcuni piacevoli momenti insieme in un ambiente accogliente, tra i chioschi enogastronomici e l'intrattenimento musicale, ha lo scopo di inserire i giovani con disabilità – ha sottolineato l'assessore Giorgi -. Da un paio d'anni si cerca di offrire un aiuto economico a chi opera volontariamente e a titolo gratuito a beneficio della ricerca e dei malati. L'evento è diventato un punto di riferimento anche per molte persone anziane che in certi casi hanno partecipato a tutte le serate e alle quali l'anno scorso abbiamo voluto assegnare anche dei premi – ha aggiunto -. Ringrazio gli organizzatori e tutti coloro che hanno contribuito a far sì che la Sagra de la Sardela sia sempre più la festa di tutti i triestini».

Andrea Giovannini ha quindi consegnato gli assegni: 1500 euro all'associazione Fibrosi Cistica FVG, 1300 euro alla Lilt-sezione di Trieste e 200 euro alla 4U.

L'anno scorso l'associazione Fibrosi Cistica FVG con il ricavato – è stato detto – è riuscita ad acquistare i letti per ospitare i famigliari dei pazienti.Una collaborazione nata due anni fa e che ha dato sostegno ai bambini affetti dalla malattia. La presidente Scaggiante ha evidenziato l'importanza dell'iniziativa benefico-sociale che consentirà di apportare nuovo sostegno in particolare ai ricercatori che operano nel campo delle cure di particolari forme tumorali e per onorare la memoria di una giovane amica di recente scomparsa, Adriana Cartellà. Ha quindi ricordato la raccolta fondi attualmente in corso nel mese della prevenzione “ottobre in rosa”. Commenti positivi anche da parte di Teresa Donaggio che ha rilevato l'importante lavoro di integrazione svolto nell'ambito dell'evento che ha consentito ai ragazzi con problematiche di 'essere accolti per quello che sono', senza false pietà, acquisendo un'esperienza di vita gratificante e divertente. Due sono gli obiettivi raggiunti in ambito sociale – ha affermato Rossana Cauto -, l'inserimento lavorativo e l'integrazione, sia per quanto riguarda l'esperienza nella ristorazione sia dal punto di vista dell'attività sportiva svolta. I risultati sono stati molto positivi ed è senz'altro un percorso che va continuato e ampliato.

6ott16. Sardella solidale giovanni giorgi-2

6ott16. Sardella solidale giovanni giorgi-2

6ott16. Sardella solidale giovanni giorgi-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di iscritti alle alle università online, ecco quelle riconosciute dal Miur

  • "Sono stato aggredito con un piede di porco", triestino all'ospedale: "Volevano entrare in casa"

  • Incidente in via Udine: insulti e minacce di morte ad un medico del 118

  • Bimbo cammina in fondo alla chiesa, alcuni fedeli "cacciano" lui e la madre

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

  • Blitz della Finanza sui subappalti in Fincantieri: un arresto, 19 aziende coinvolte e 34 indagati

Torna su
TriestePrima è in caricamento