Sanità, Cernigoi (Ugl): «Piano emergenza da rivedere, risparmio non ricada sulla pelle della gente»

Lo dichiara in una nota il Segretario Generale Ugl, Matteo Cernigoi

«L'Assessore regionale Telesca farebbe bene a rivedere le sue posizioni sul sistema della gestione della emergenza in Friuli Venezia Giulia, piuttosto che attaccare la Ugl». 

Lo dichiara in una nota il Segretario Generale Ugl, Matteo Cernigoi, replicando alle dichiarazioni dell’Assessore regionale alla Sanità, Maria SandraTelesca.

«I tagli alla sanità non sono un mistero e nemmeno una teoria, ma dati di fatto. Si sono mobilitati comitati, medici, operatori del settore, per denunciare le pesanti criticità di una riforma che non tiene assolutamente conto del territorio e dei cittadini, ma solamente del risparmio e delle statistiche. Risparmio che però non può essere fatto sulla pelle della gente. Senza contare che vi è anche un problema di sicurezza per gli operatori del settore».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Se l' Assessore pensa che non andremo avanti con il nostro compito di tutela di tutta la collettività si sbaglia di grosso. Siamo abbastanza 'allergici' al pensiero unico».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Come ottenere la carta d'identità elettronica a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • Scomparsa una bambina di sei anni in Carso: ricerche in corso

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

  • Tutti i nuovi contagi sono fuori Trieste, nessun decesso in Fvg

Torna su
TriestePrima è in caricamento