Pane gettato in strada: divampa la polemica su Facebook

Un'utente ha condiviso la foto sulla pagina "Scovazoni de Trieste" e nel gruppo "Te son de Trieste se...". Questa volta non si tratta solo di degrado e inciviltà, ma di un vergognoso sfregio alla povertà e alle difficoltà delle persone: inoltre la data di scadenza era 1 marzo 2015

Vergognoso sfregio alla povertà e alle difficili condizioni economiche in cui versano le persone. Basterebbe questa frase per descrivere le immagini da cui è nata questa mattina una polemica su Facebook, in particolare sulla pagina "Scovazoni de Trieste" e nel gruppo "Te son de Trieste se...". Gli scatti dell'utente sono stati effettuati a Sistiana, nei pressi di due noti supermercati, ma non è detto che siano prodotti veduti lì (infatti, la persona da noi contattata dice di non averli mai visti in vendita in quei negozi).

Due sono gli aspetti che vengono "analizzati" dagli utenti: l'inciviltà di chi ha gettato i panini per strada, fuori dal cassonetto, e l'assurdità del gesto visto che la data di scadenza registrata sulle confezioni è 1 marzo 2015, quindi pane "commestibile" per almeno una settimana ancora. 

Gli utenti che commentano le foto sottolineano come questo pane poteva andare alle «mense per i poveri», essere usato per «gnocchi o polpette», magari portarlo agli «animali nel bosco», ma purtroppo tutte queste belle idee si scontrano con le norme e leggi che regolano la vendita e il consumo dei generi alimentari. 

25feb15. pane gettato in strada sistiana-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento