Delirio in piazza Libertà: sacco lanciato tra auto in corsa e urla senza senso

Uno straniero precedentemente noto alle forze dell'ordine, completamente ubriaco, ha dapprima innescato una lite, poi ha perso la calma esibendosi in uno show che poteva costare caro al conducente di un'auto in arrivo

Foto: Aiello

Completamente ubriaco perde la calma esibendosi in uno "show" che poteva costare caro al conducente di un'auto in arrivo. In piazza Libertà, lo scorso venerdì, un cittadino afgano noto alle forze dell'ordine ha dapprima innescato una lite, poi ha lanciato un sacco di sabbia in mezzo alla strada, dove stava sopraggiungendo una vettura. Poi urla senza senso e colpi alle auto in sosta. 

Mendicanti, parcheggiatori "abusivi", falsi invalidi: il report del NIS della Polizia Locale

I fatti

È successo, acome si anticipava, venerdì pomeriggio poco dopo le 17, quando il personale in borghese del Nucleo di polizia giudiziaria della Polizia Locale, in servizio di prevenzione e controllo nell'ambito urbano, è intervenuto nel giardino di piazza Libertà antistante la Stazione dei treni, per un diverbio tra due uomini. Uno di essi, dopo aver spintonato l'altro, gridando ha iniziato a correre verso il cantiere in prossimità di via Ghega: qui ha raccolto un sacco di sabbia per fissare le recinzioni metalliche e lo  ha scagliato violentemente verso il centro della carreggiata, proprio mentre stava sopraggiungendo un veicolo.  Solo la prontezza di riflessi ed uno scarto repentino del conducente hanno evitato che il veicolo fosse colpito, con conseguenze immaginabili.

Urla sensa zenso e colpi alle auto

L'uomo (U.U., el 1988 di origini afghane), dopo il lancio, ha ripreso la corsa verso via Ghega urlando frasi senza senso e colpendo con violente manate due veicoli in sosta (fortunatamente senza danneggiarli). Gli operatori di Polizia Locale sono riusciti però a bloccarlo dopo pochi metri, all'altezza di via Trento. U.U. ha esibito un regolare permesso di soggiorno per protezione sussidiaria ma, da successive ricerche, sono emersi a suo carico più precedenti penali. Dopo l'identificazione lo accompagnavano alla Caserma San Sebastiano per le pratiche del caso e, sanzionato per ubriachezza manifesta, è stato deferito all'Autorità giudiziaria per getto pericoloso di cose.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimagrire in fretta, i trucchi per accelerare il metabolismo

  • Lite in via Carducci, intervento della Squadra Volante

  • Segnala il furto di una macchina a Montedoro, ma per il Direttore e la Polizia non v'è traccia

  • Pugno di ferro del Questore, giù la saracinesca del bar Moderno

  • Maxi evasione per oltre due milioni di euro, nei guai autonoleggio con finte sedi in Slovenia

  • Colpi di pistola contro un migrante in Croazia, è grave in ospedale a Fiume

Torna su
TriestePrima è in caricamento