Vandali danneggiano impianto luce a Lazzaretto

L'episodio avvenuto la notte tra il 2 e 3 marzo è solamente l'ultimo di tre vandalismi verificatisi negli ultimi mesi. Il sindaco Marzi: "Non ci capacitiamo di come si possa essere tanto sprezzanti della cosa pubblica".

Il quadro elettrico di alimentazione di un impianto di pubblica illuminazione ha subito tre danneggiamenti nel giro di pochi mesi. La strada è quella chiamata "per Lazzaretto" a Muggia, ed in particolare sul tratto di impianto di illuminazione pubblica in corrispondenza del terrapieno denominato Acquario, che proprio di recente è stato aperto al pubblico per la porzione di pista ciclopedonale a coronamento della scogliera e di due parcheggi, a seguito dell’avvenuta bonifica del primo stralcio.

I fatti

Il danneggiamento si è verificato nella notte tra sabato 2 e domenica 3 marzo 2019, quando con un masso è stato divelto il pannello dell’oblò dello sportello ed è stato abbassato l’interruttore disattivando l’impianto di illuminazione. Intervenuti sul posto, gli operatori hanno trovato il masso ancora conficcato nell’oblò tanta è stata la violenza del gesto. Un gesto che, come si diceva, non è isolato: altri tre episodi lo hanno preceduto, tutti avvenuti nel giro di pochi giorni tra l’ottobre ed il novembre 2018 e sempre a carico del medesimo quadro elettrico. Un quadro che peraltro gestisce un sistema di illuminazione attivo da un decennio.

Le parole del sindaco Laura Marzi

“In alcun modo un’azione del genere può essere giustificata” ha commentato il sindaco Laura Marzi “nessuna segnalazione è peraltro mai giunta, in questi anni, ai nostri uffici rispetto a eventuali disturbi legati a quell’impianto. È ancora più incomprensibile, quindi, il perché ci si sia scagliati con tanta veemenza su quel preciso tratto di illuminazione pubblica, al di là del fatto che non ci capacitiamo di come si possa essere tanto sprezzanti della cosa pubblica”.

Situazione tornata alla normalità

Dal Comune di Muggia fanno sapere che "la situazione, nel frattempo, è stata riportata alla normalità. A seguito di ogni singolo episodio, i tecnici di Hera Luce sono prontamente intervenuti per valutare tutte le azioni necessarie al ripristino tempestivo dell’illuminazione pubblica in primis, ma agendo anche sul rinforzo della struttura di rivestimento del quadro elettrico in modo da scongiurare il più possibile conseguenze di atti vandalici quali quelli verificatisi".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • E controllar i gabinetti dove se gente che va a drogarse. Visto con i miei oci visto che stavo portando mia fia a far pipì e gavemo spetado che el tossico finisi l'operazion. Logicamente go portado la picia de un'altra parte.

  • Ma a muja saria anche cocolo che el comun daghi una netada ala stazion che fà skifo...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Scalatore precipita per otto metri in Val Rosandra: è grave

  • Cronaca

    Il "Clanfin de primavera" inaugura la bella stagione

  • Cronaca

    Oltre 80 atleti e 300 spettatori per il Memorial "Pino Auber"

  • Cronaca

    Giornata europea del gelato: stand affollato in piazza della Borsa

I più letti della settimana

  • Hollywood arriva a Trieste per tre giorni di riprese

  • Rubava dalla cassa: arrestata dipendente del "Pane quotidiano"

  • Schianto in corso Italia, conducente incastrato

  • Maltrattamenti e violenze sui cani, le testimonianze dei residenti

  • Maxino raduna i triestini intorno al mondo con "Trieste mia"

  • Polizia Locale, entrati in servizio 15 nuovi agenti

Torna su
TriestePrima è in caricamento