Hockey, l'Edera Trieste attesa al debutto in coppa Italia

Sono passati sette anni da quando i rollers dell’Edera Trieste brillavano sui campi di tutta la penisola nella massima serie italiana ed oltre, ma finalmente domenica 27 ad Asiago disputerà le prime partite ufficiali del suo nuovo corso nella Serie B del campionato senior inline

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Sono passati sette anni da quando i rollers dell’Edera Trieste brillavano sui campi di tutta la penisola nella massima serie italiana ed oltre, ma finalmente domenica 27 ad Asiago disputerà le prime partite ufficiali del suo nuovo corso nella Serie B del campionato senior inline. Di fronte nel turno di Coppa Italia avranno due avversarie di tutto rispetto, i padroni di casa dell’Asiago Blackout e gli ambiziosi cugini del Tergeste, compagine aggressiva e più che collaudata, che quest’anno punta decisamente alla promozione in serie A.

Il turno di coppa

Un debutto al fulmicotone che metterà da subito alla prova i triestini in rossonero. Un team assortito quello ederino, composto principalmente da ragazzi cresciuti nelle categorie junior, affiancati da atleti di provata esperienza e guidati da una stella internazionale di prima grandezza, Nejc Sotlar, arruolato per fare da chioccia alle giovani leve cresciute nel campo di via Boegan.

I protagonisti

Importante il contributo di esperienza che porterà il portiere Favaro alla cui ombra potrà maturare il giovanissimo Elias Pezzetta, così come fondamentale sarà il contributo dei navigati Patrick Frizzera (uno scudetto, una coppa Italia e due supercoppe con l’Edera), Salvatore Sorrenti (Scudetto, Coppa Italia e Supercoppa in rossonero) e Mattia Pazzaglia, all’esordio in maglia ederina. Ai tre talenti che hanno maturato esperienze in Serie A e vinto la Sparta Cup nel 2018: Axel Cocozza, Nicolò Degano e Federico Sindici; si aggregano, in questa stagione, i più giovani: Lorenzo Toti e Lamberto Cantarutti (2003).

Completa il gruppo di giocatori un altro triestino doc: Jacopo Degano, orgoglioso di tornare ad indossare la casacca rossonera. Alla direzione tecnica Roberto Florean con la sua solita grinta e fame di risultati che ha voluto fortemente portare di nuovo i suoi ragazzi sui campi di gioco sotto l’effige rossonera. Questa stagione vedrà l’Edera Trieste tornare anche nel campionato Elite (U18), dopo un anno di stop con rinnovato entusiasmo e voglia di vincere.

Torna su
TriestePrima è in caricamento