Comitato Danilo Dolci: "Ieri con i partigiani, oggi con i migranti"

La riflessione del Comitato Danilo Dolci a 75 anni dalla fine del fascismo. Il Comitato dà appuntamento alla cittadinanza sabato 8 settembre in piazza Oberdan 4

Riportiamo la riflessione del Comitato Danilo Dolci a 75 anni dalla fine del regime fascista.

«A 75 anni dalla fine del regime fascista che aveva attuato soprusi, colonialismi e razzismi ricordiamo l'8 settembre i valori che spinsero uomini e donne alla Resistenza. Per un percorso unitario contro il razzismo e la cultura della violenza, per la costruzione di politiche di pace, diritti umani, nonviolenza, giustizia sociale da custodire e riconquistare ogni giorno anche nella nostra città, cittadini italiani sloveni assieme alle altre comunità presenti a Trieste». Ha dichiarato il Comitato Danilo Dolci in una nota stampa

«Le numerose crisi che affliggono le nostre società - scrive la nota- hanno intaccato le fondamenta della democrazia, riportando alla luce un atteggiamento violento e aggressivo nei confronti di uomini e donne che vivono in condizioni di miseria e in pericolo di vita, accusandoli di essere la causa dei nostri problemi».

«La serie di episodi di violenza nei confronti di immigrati, con una evidente connotazione razzista e spesso neofascista, impone una seria e immediata azione di contrasto che parta da una doverosa riflessione: Si stanno frantumando i legami di solidarietà e, progressivamente, spostando l’attenzione dalle vere cause e dalle responsabilità dei governi nazionali e delle istituzioni internazionali».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'iniziativa

«La società civile, il mondo della cultura, dell’associazionismo, dell'informazione, l’insieme delle istituzioni democratiche sono invitate a impegnarsi nel contrasto a questa deriva presso uno dei punti importanti dell'occupazione nazista a Trieste, in piazza Oberdan 4 dove molti antifascisti furono incarcerati e torturati. Ci ritroveremo lì alle 11:30 , L'iniziativa si svolge contemporaneamente in molte città italiane e unisce Ventimiglia a Trieste, tutte le rotte principali dei migranti in nord Italia.( Gruppo fb Io sto con i migranti)» conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

  • Tragedia a Sella Nevea: donna 55enne muore dopo un volo di 50 metri, abitava a Trieste

  • Rissa notturna a Sistiana: in sei all’ospedale

Torna su
TriestePrima è in caricamento