Lega Nord Trieste: «Facciamo le ronde. Trieste invivibile per colpa di un sindaco invisibile»

La Lega Nord di Trieste annuncia "ronde" e "iniziative clamorose" contro le gang di stranieri che l'altra sera, davanti alla discoteca Ausonia, hanno massacrato un 35enne a calci e pugni, infierendo su di lui anche dopo che era svenuto

Rischia la vista il ragazzo massacrato dalla gang di stranieri, e solo perché si era appoggiato alla loro auto. «Questi stranieri devono finire in galera e la chiave delle loro celle deve essere gettata in mare», dice il capogruppo leghista alla Camera Massimiliano Fedriga, deputato triestino del Carroccio.

«La città è sotto scacco del crimine, è minacciata da bande di immigrati violenti che seminano il terrore - dice Fedriga -. Gravissimo quanto accaduto all’Ausonia, l’ultimo atto di gang di immigrati e criminali che nei giorni scorsi hanno seminato il terrore per la città con risse a colpi di spranghe».

«Le forze dell’ordine stanno facendo tutto il possibile, ma tra tagli e provvedimenti-sgambetto (vedi reato di tortura) il loro impegno viene mortificato da questo governo. Trieste sta diventando invivibile per colpa di un sindaco invisibile, di una presidente di Regione inesistente, di un governo che preferisce agevolare e dare sconti di pena ai criminali piuttosto che combattere la delinquenza, e di una gestione anarchica dell’immigrazione. Le politiche del Pd sono la prima delle cause del crimine: il governo ha abdicato al suo dovere di difendere i confini e tutelare i cittadini, ha concesso sconti di pena ai criminali, ha fatto uscire dalle carceri delinquenti, ha depenalizzato decine di reati, ha tagliato presìdi e risorse alle forze dell’ordine, ha accolto migliaia di clandestini a nostre spese. Renzi, Alfano e Serracchiani sono complici e corresponsabili».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Blitz dei Nas in due locali a Campi Elisi, oltre 12 mila euro di multa

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento