Il Piano strategico di Fedriga in otto punti

Famiglia e benessere delle persone, Sicurezza, Identità e autonomie locali, Competitività e occupazione, Grandi infrastrutture e piano unitario del territorio, Mondo agricolo e ambiente, Cultura e turismo di qualità, Semplificazione, fiscalità e autonomia

"Il Piano strategico 2018-23 declina il Programma di governo guardando al futuro e trasmettendo certezze sulle attività avviate e su quelle pianificate dalla Regione in tutti i settori fornendo a cittadini, amministratori pubblici e imprese un quadro preciso del prossimo quinquennio". È questo il commento del governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, a seguito dell'approvazione da parte della Giunta del Piano strategico 2018-2023 della Regione, attraverso cui è possibile conoscere in maniera dettagliata le linee guida dell'azione di governo e comprendere il contesto nel quale queste decisioni trovano attuazione.

Gli otto punti

Come ha rimarcato il governatore "il Friuli Venezia Giulia è l'unica Regione italiana ad adottare il Piano strategico di legislatura e a distinguere la pianificazione strategica dalla programmazione, riservando ad entrambe un documento che ne illustra gli intenti". Il documento si articola in 8 linee strategiche: Famiglia e benessere delle persone; Sicurezza; Identità e autonomie locali; Competitività e occupazione; Grandi infrastrutture e piano unitario del territorio; Mondo agricolo e ambiente; Cultura e turismo di qualità; Semplificazione, fiscalità e autonomia.

Obiettivi trasversali

Il Piano è inoltre integrato agli altri strumenti di programmazione adottati dalla Regione, tra cui il Piano della prestazione 2019, approvato anch'esso dalla Giunta, del quale costituisce la naturale premessa. Quest'ultimo ridefinisce, infatti, i traguardi che le Direzioni regionali devono raggiungere per il 2019 e introduce per la prima volta obiettivi trasversali tra le diverse strutture, al fine di favorire la collaborazione e ottimizzare le risorse.

4 sezioni

Adottando questo documento, che definisce gli obiettivi di performance dell'Amministrazione regionale per quest'anno, la Giunta ha rivisto la filosofia dei traguardi fissati per la pubblica amministrazione e previsto interventi differenziati per le diverse strutture direzionali per favorire la collaborazione tra settori differenti. Il Piano della prestazione è strutturato in 4 sezioni. Nella prima viene presentata l'organizzazione dell'Amministrazione regionale, mentre nella seconda viene illustrata la strategia della Regione.

Analisi dettagliata

L'analisi dettagliata della prestazione regionale è argomento della terza parte e l'ultima sezione espone la metodologia seguita per la redazione del documento, la gestione dei dati attraverso l'uso di un applicativo informatico e le fasi della rendicontazione. Nel testo sono identificati 1.334 obiettivi complessivi attraverso 328 strutture organizzative coinvolte e 296 responsabili e tra gli allegati sono inseriti: le schede obiettivi e i 4 piani degli enti che fanno parte del sistema complessivo della performance regionale. Il Piano strategico 2018-2023 è consultabile e scaricabile tramite il sito web della Regione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non trovo personale che venga a lavorare", anche a Trieste imprenditori in crisi

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Schianto fatale in moto a Monfalcone: morto un 38enne triestino

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Colpisce due auto e si cappotta: un ferito a Cattinara

  • Nuovi concorsi in Comune: aperti 8 posti a tempo indeterminato

Torna su
TriestePrima è in caricamento