Rsu Wartsila, exploit FIM-CISL con il 56% dei voti

L’affluenza complessiva del 74,1% ha registrato un +2,5% rispetto a 4 anni fa ed ha sfatato le voci che volevano lontananza dei lavoratori dalla propria rappresentanza sindacale aziendale

Si sono svolte nelle giornate del 10 e 11 ottobre le elezioni per il rinnovo delle RSU in Wartsila, il più grande complesso industriale nella provincia di Trieste con 1007 dipendenti occupati. L’affluenza complessiva del 74,1% ha registrato un +2,5% rispetto a 4 anni fa ed ha sfatato le voci che volevano lontananza dei lavoratori dalla propria rappresentanza sindacale aziendale. I risultati hanno dimostrato che la stima delle persone si conquista con il quotidiano lavoro di tutela dei diritti e dei salari, contrattando buoni accordi aziendali nel rispetto del Contratto Nazionale. La FIM-CISL conquista per la seconda volta consecutiva nella storia delle elezioni sindacali in azienda la maggioranza assoluta dei voti con il 56.4% con un incremento del 4,2% rispetto a 4 anni fa.

La UILM-UIL totalizza il 15,3% con un incremento del 4,6%.

La FIOM-CGIL ottiene complessivamente il 23,3% con una flessione del 13,7%. La USB, alla sua prima uscita, totalizza il 4,8% e per il rotto della cuffia (8 voti soltanto) fa il suo unico eletto soffiandolo alla FIOM. Questo a dimostrazione che tutte le “piazzate” non pagano ed i lavoratori hanno dato ampissimo consenso (OLTRE IL 95%) alle RSU uscenti confermando la fiducia in FIM-FIOM-UILM ed alle loro politiche sindacali.

La FIM-CISL ottiene il più votato in 2 collegi ed il secondo nel terzo collegio: Fabio KANIDISEK (242 voti nel collegio IMPIEGATI – su un totale complessivo di 468 voti validi) Roberto PIZZIN (35 voti nel collegio OPERAI e 87 voti nel collegio RLS)

Nel dettaglio riportiamo qui di seguito i risultati:

COLLEGIO OPERAI FIM-CISL 74 voti pari al 29,8% (+ 1,8%) 1 eletto FIOM-CGIL 90 voti pari al 56,1% (-19,8%) 1 eletto UILM-UIL 49 voti pari al 15,8% (+ 3,9%) 1 eletto USB 35 voti pari al 14,1% 1 eletto

COLLEGIO IMPIEGATI FIM-CISL 330 voti pari al 70,5% (+ 0,9%) 6 eletti FIOM-CGIL 77 voti pari al 16,4% (- 6,9%) 1 eletto UILM-UIL 61 voti pari al 13,3% (+ 5,9%) 1 eletto

A sottolineare la continuità con la RSU uscente ottengono il consenso dei lavoratori e vengono confermati in blocco i tre fuori produzione operai Roberto PIZZIN (FIM), Andrea DELLAPIETRA (FIOM) e Giacomo VIOLA (UILM). Viene inoltre eletto all’ultimo posto Emiliano DAMBROSI (vecchio RSU della FIOM) nelle fila della USB.

Nel collegio Impiegati vengono eletti per la FIM il riconfermatissimo Fabio KANIDISEK (242 preferenze personali) assieme ad Alessio MOTTICA, Cinzia VERDI, Gabriele GIRALDI, Fabio GIANNI e Giorgio BRUNELLI, oltre a Roberto FELLUGA (FIOM – 23 voti) e Pietro CASTRONOVI (UILM – 17 voti)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento