Sparatoria a Macerata e Ics, Roberti: «Intervenga il prefetto contro insulti al Municipio»

«Si assuma la responsabilità di ciò che quella sigla sta cercando maldestramente di fare per influenzare l’esito delle elezioni denigrando persone, partiti e lo stesso Comune»

«Ieri ho fatto una scelta ben precisa: ho scelto di non parlare, di non replicare ad un comunicato stampa. Una scelta dettata dal fatto che quel comunicato non era solo un attacco politico verso la mia persona e verso altri esponenti del mio partito, ma era anche e soprattutto un attacco all’istituzione che da quasi due anni sono onorato di rappresentare assieme ad altri compagni di viaggio.». Queste le parole del vicesindaco Roberti dopo la diffusione del comunicato di Ics che citava i recenti e sanguinosi fatti di Macerata chiamando in causa la Lega Nord e le sue presunte responsabilità nell'accaduto. 

«Rappresentiamo, nel nostro piccolo, il Comune di Trieste - continua il vicesindaco - e lo facciamo, piaccia o no, per un mandato popolare, perché così hanno voluto i cittadini di Trieste.  Replicare sarebbe stato un po’ come abbassare ad un livello inqualificabile non soltanto il dibattito politico, ma anche quelle istituzioni che, neanche tanto velatamente, sono state accusate di estremismo e di favorire sparatorie o altro. Su questa linea continuo, ma prendendomi la responsabilità di tacere ed ingoiare amaro, chiedo la stessa responsabilità da altri organi istituzionali».

Secondo Roberti «Siamo in campagna elettorale e delle forze politiche che si stanno contendendo il governo del Paese e della regione sono state insultate da una sigla che altro non è che un fornitore di servizi per conto della prefettura, ovvero il braccio dello Stato sul territorio. Dal Prefetto mi aspetto, dunque, una dura presa di posizione. Quello stesso Prefetto che ha più volte ribadito che il controllo delle spese sostenute da quella sigla e la sua gestione spettano a lei e lei soltanto, ora si assuma la responsabilità di ciò che quella sigla sta cercando maldestramente di fare per influenzare l’esito delle elezioni denigrando persone, partiti e lo stesso Municipio».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«A meno di 30 giorni dal voto - conclude -, se quella presa di posizione, che non può limitarsi nemmeno ad una tirata d’orecchi, non arrivasse, davvero non saprei più che pensare e con me una buona fetta di cittadinanza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • I contagiati salgono a 874, decessi a quota 47: il bollettino di oggi in Fvg

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • La Regione conferma il blocco totale, Fedriga firma una seconda ordinanza

  • Coronavirus, altro balzo in avanti: in Fvg i contagiati ora sono 1223, 13 guariti in più

Torna su
TriestePrima è in caricamento