Tombini otturati a Muggia, Ferluga (Ln): «Pulizia insufficiente», assessore Decolle: «Danni contenuti»

Il consigliere comunale di Muggia Giulio Ferluga (Lega Nord) sulla situazione tombini di scarico delle strade. Risponde a stretto giro l'assessore Decolle

«I tombini e le grate situati nel comune di Muggia versano in condizioni disastrose mettendo così a rischio l’incolumità dei cittadini», così dichiara Giulio Ferluga, capogruppo della Lega Nord al comune di Muggia. «Purtroppo le forti piogge hanno messo sotto gli occhi di tutti la gravità del problema: un nutrito numero di canali di scolo delle acque piovane si presenta otturato da foglie secche e altri materiali, comportando così al momento delle precipitazioni la formazione di pozze e trasformando alcune strade in veri e propri torrenti. Ciò evidenzia che la pulizia dei tombini nonché delle stesse strade è stata svolta in misura assolutamente insufficiente da parte dell’amministrazione comunale».

«Ritengo che le maggiori responsabilità per questi fatti ricadano prevalentemente sulla regione e sul governo di Roma, i quali continuano a tagliare i fondi ai comuni senza che dalla sinistra muggesana si oda la benché minima voce di protesta. Esorto, ad ogni modo, l’amministrazione comunale ad intervenire quanto prima perché l’otturamento dei canali di scolo non riguarda unicamente una questione di decoro e di pulizia ma mette in gioco soprattutto l’incolumità e la sicurezza dei cittadini” Giulio Ferluga, capogruppo della Lega Nord presso il comune di Muggia».

L'assessore al mantenimento del territorio, Stefano Decolle, risponde alla segnalazione del consigliere Ferluga a stretto giro: «Mi fa sempre piacere quando un giovane consigliere si dimostra attento alla propria comunità. Gli suggerisco, però, pro futuro, di confrontarsi prima con l'assessore di riferimento o con gli uffici tecnici, opportunità che peraltro gli viene garantita dalla sua carica. Nel caso specifico, avrebbe potuto scoprire che gli ultimi maltempi, per quanto significativi, hanno provocato danni contenuti nel nostro territorio proprio grazie alla stretta collaborazione degli uffici ed alla ormai rodata programmazione messa in campo non solo per la pulizia delle caditoie ma anche per quella degli alvei dei nostri torrenti, avvenuta grazie ai fondi stanziati dalla Regione. Se il suo interesse resterà vivo, con le prossime piogge, se vorrà potrà, come faccio da 5 anni ormai, venire a sporcarsi le scarpe!»

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Tamponamento in largo Barriera, scooterista all'ospedale (VIDEO)

    • Cronaca

      Piazza Unità blindata per "La sofferenza degli innocenti": 8500 spettatori da tutta Italia e paesi confinanti

    • Cronaca

      Ferriera: immensa nube grigia intorno alla zona industriale (FOTO E VIDEO)

    • Politica

      Giornata del rifugiato, Roberti diffida a utilizzare il logo del Comune

    I più letti della settimana

    • Cosolini un anno dopo: «Sembrava mi cadesse addosso il mondo ma poi sono successe tante cose belle»

    • Generali, Cosolini: «Nuova preoccupazione tra i dipendenti: disdetto accordo sindacale del 2013»

    • "Spending review”, Silp: «Poliziotti a cracker e acqua»

    • Sicurezza, Forza Italia: «Il Ministero dell’Interno ha deciso di sospendere l'utilizzo dei militari lungo la fascia confinaria»

    • Direttiva Bolkestein, Piccin (FI): «La Giunta regionale snobba gli ambulanti»

    • Centri commerciali, Sergo (M5s): «Illegittimi i contratti che costringono i negozianti a licenziare i propri dipendenti prima di restituire il ramo d’azienda»

    Torna su
    TriestePrima è in caricamento