← Tutte le segnalazioni

Altro

"Uomo di fede in nome di Dio abbatte alberi sani per abbellire la sua chiesa", la segnalazione di un lettore

Via San Nazario, 52 · Trieste

Uomo di chiesa in nome di Dio abbatte alberi sani per abbellire la sua chiesa e per offrire un'improbabile scultura in legno ai propri fedeli da uno mozzato che senza corteccia trasuda al sole. Togliere la vita a delle magnifiche piante che da decenni sono li. Provo rabbia e disgusto per questo irreparabile danno alla natura. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Un parrocco dovrebbe predicare nei suoi inutili sermoni il rispetto della natura visto che la creata il suo Dio e il rispetto della vita anche quella delle piante che vivevano prima di lui...chissà quanto ha incassato con la vendita del legname!

    • ....l’ha creata il suo Dio....

  • Ulteriore segno di incuria da parte di chi gestisce la chiesa di San Nazario, per anni ho segnalato il bisogno di manutenzione di queste alberature, piene di nidi di processionaria, pericolosi per gli uomini e gli animali, il cui trattamento è obbligatorio per Decreto Ministeriale 30 ottobre 2007 ed ora quale miglior metodo di "cura" che il taglio a fini estetici per la realizzazione di una improbabile scultura...?

    • Lei in casa sua fa quello che ritiene giusto ? Lo sa benissimo che se un albero cade o danneggia un cavo elettrico ne risponde il proprietario del terreno, vero ? Come al solito i cittadini del borgo ropmpono le scatole col taglio alberi nei terreni privati. Ma quando gli si dice "ti assumi tu la responsabilita' se cade" eh no ... Venga allo scoperto "Sara", venga alla chiesa a discutere con il parroco invece di calunniarlo vigliacccamente. Per altri lettori: la verita' e' che una ristretta cerchia del borgo gestiva le strutture di proprieta' della Chiesa affittandole per ricavo e da quando e' istituita la parrocchia ne hanno perso il controllo, e non fanno altro che calunniare il Parroco.

      • A casa mia ho l'obbligo per legge di eliminare i nidi della processionaria, che è pericolosa per gli umani e gli animali, specie se sono in aggetto sulla pubblica via ed ancora di più in vicinanza di un edificio di pubblico accesso, cosa che non è stata fatta e continua a non venir fatta a San Nazario dove invece vengono spesi soldi per "opere artistiche" di abbellimento. Questa è responsabilità civile. Le alberature a livello fitosanitario non avevano alcuna necessità di esser abbattute ma solo manutenzionate come previsto dalla legge e dal buon senso. Legga con calma e ragioni prima di scrivere di "calunnie" inesistenti. Se ha dei dubbi contatti un agronomo o il servizio verde pubblico del comune di Trieste invece del parroco... e lasci i sedicenti complotti ai libri da legger sotto l'ombrellone.

        • La mia segnalazione ha attivato gli organi competenti ed hanno effettuato un sopralluogo ma siccome l’area è appunto privata e gli alberi non sono di pregio il parrocco può abbatterli e trasformare due monconi in due idoli religiosi di dubbio gusto....pena e rabbia!

Segnalazioni popolari

Torna su
TriestePrima è in caricamento