← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Sanità : bozza che prevede cooperazione transfrontaliera , fusione ospedali e territorio , chiusura punto nascita a Gorizia ecc . ecc .

Dico alla presidente Serracchiani ed alla sua giunta che tagliando la sanità con l'accetta addirittura 50 milioni in meno per Trieste e Gorizia e, numeri a parte, non mi piace il metodo, passare dai costi storici a quelli standard penalizza una zona che ospita una popolazione più anziana della media e con una particolare morfologia territoriale. Non deve la Serracchiani fare l'errore di voler cambiare tutto subito comunque ammesso e non concesso che ci fosse una sperequazione, non ci capisce perché procedere con una riduzione di risorse così forte già nel primo anno, anziché spalmarla nell'arco della legislatura. Ed anche l'assessore alla sanità Telesca conferma che il taglio è di 44 milioni nella Venezia Giulia e di 81 milioni aggiungendo che sulle scelte politiche, nessun dubbio. Ascolti , mi permetto di dirvi agite con umiltà ascoltando per primi i medici e chi è a contatto con le criticità attuali dei pazienti . Io credo che i cittadini di Trieste devono far sentire la loro voce perché la sanità che riguarda la salute ed il benessere di ogni persona non può essere più spremuto ! Altri sono , magari i tagli da fare in altri comparti della spesa pubblica . Quì stiamo parlando di persone in carne ed ossa non di pacchi postali . Rifflettiamo , riffletteteci !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di Luciana Gorizia
    Luciana Gorizia

        Serracchiani contestata a Gorizia !! SCONCERTANTE L'INCONTRO DI IERI DELLA PRESIDENTE SERRACCHIANI CON LA CITTÀ DI GORIZIA SUL PUNTO NASCITE. L'unica nota positiva di ieri pomeriggio è stata la grande partecipazione popolare della città alla protesta per il diktat della Serracchiani, della sua Giunta e della maggioranza di sinistra che governa la Regione: il punto nascite di Gorizia va chiuso non già per ragioni di sicurezza (smentite dai numeri), ma perché lo ha deciso lei. Punto e basta. E così avviene sempre in Consiglio regionale. La Presidente avvalendosi di suggeritori decide alla faccia di ciò che serve ai Cittadini ed al territorio! La Serracchiani, abile conferenziere, non dialoga con l'interlocutore ma comunica. Non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire. La Presidente ci ha spiegato delle assolute ovvietà, cioè che bisogna dare un servizio al Cittadino (e chi l'avrebbe mai immaginato?!) e che deve prevalere l'assistenza domiciliare su quella ospedaliera (ma davvero?!?), perciò si taglia il punto nascita di Gorizia! Tipico della Serracchiani: usare slogan, luoghi comuni e poi trarne conseguenze assolutamente sconnesse e sconclusionate, spacciandole per verità incontrovertibili. Ma soprattutto non negoziabili! Del resto lei è forte del 40% di consenso elettorale di Renzi (in tutt'altro contesto) e pertanto fa ciò che le pare e piace. In Consiglio regionale sono l'unica voce a difesa del territorio, mentre assistiamo ai Consiglieri regionali espressi dall'Isontino sostenere non già gli interessi del territorio ma quelli del PD. Come si sa non ho esitato a criticare fermamente Tondo quando assunse decisioni che ritenevo non utili all'Isontino. Va dato atto a Tondo, che aveva proposto la chiusura del punto nascite, di essersi fermato, soprattutto dopo la levata di scudi del Sindaco Romoli, al quale va riconosciuta grande iniziativa, intelligenza e passione nel difendere la nostra città. Non è però ancora finita. Non dobbiamo abbassare la guardia perché il progetto evidente della Regione è quello di smantellare le prestazioni del nostro nosocomio, sopprimendo le due ambulanze, trasfusionale, medico notturno, ponendo le basi per il trasferimento di Ginecologia ed Ostetricia, e poi Ortopedia, ecc. È scellerato malgovernare sulla testa dei Cittadini giocando con il loro diritto alla salute! È un fatto di coscienza e coerenza.  

  • Aggiungo dicendo che proprio in questi giorni Francesco Cobello, direttore generale dell'Azienda ospedaliero universitaria, ha annunciato i risultati dell'accreditamento Joint Commission International, che hanno riconfermato per il prossimo triennio l'etichetta di eccellenza all'ospedale di Cattinara. Cobello ha anche annunciato che il 25 luglio sarà inaugurato ufficialmente il Polo tecnologico del Maggiore e quindi qua si stà parlando di eccellenze sanitarie negli ospedali di Trieste , siamo così sicuri signori politici che con la nuova vostra riforma portatrice di tagli draconiani l’eccellenza ora certificata anche da organismi esterni internazionali continuerà ad esserci ? Urgono risposte ai vostri amministrati , non cittadini sudditi . Claudio Visintin

  • Avatar anonimo di Nicola
    Nicola

    “L’ordine è già stato eseguito! Oggi come ieri questo è lo stile del potere!”

  • Avatar anonimo di Rita
    Rita

    Finora non c’è stata nessuna vera consultazione. L’attivazione di ristretti gruppi di studio regionali, con poche decine di partecipanti, non può in alcun modo esser presentata come partecipazione. Pensare di portare la discussione tra settembre e ottobre direttamente in Consiglio significa che su questa importante materia che riguarda tutti coloro che vivono in questa Regione e che incide per oltre il 50% del bilancio NON si vuole cercare alcun coinvolgimento della cittadinanza.

Segnalazioni popolari

Torna su
TriestePrima è in caricamento