Studiocinque e altro si sposta e abbandona la vecchia concezione di «negozio»

Lo Studiocinque nasce come serigrafia per poi focalizzarsi principalmente sui tessuti d'arredamento diventando un vero e proprio laboratorio di tendaggi e tappezzeria. Nel 2006 Studiocinque diventa Studiocinque e altro e viene inaugurato con alle spalle già 40 anni di storia

Studiocinque e altro si sposta e inaugura il suo nuovo laboratorio in via Leghissa 6/a! Roberta, specializzata in restauro pittorico e Paola, che invece si occupa di design, ci hanno raccontato la loro storia, anzi la storia di Studiocinque che nasce molti ma molti anni prima del loro subentro.

Lo Studiocinque nasce come serigrafia per poi focalizzarsi principalmente sui tessuti d' arredamento diventando un vero e proprio laboratorio di tendaggi e tappezzeria. Nel 2006 Studiocinque diventa Studiocinque e altro e viene inaugurato con alle spalle già 40 anni di storia. «Noi abbiamo portato gli accessori. Li abbiamo realizzati prevalentemente con materiale di recupero. Abbiamo utilizzato tessuti degli anni 60'... Se uno prova ad immaginarsi cosa c'era là dentro, non riuscirebbe a focalizzare: era il paese delle meraviglie» hanno detto Paola e Roberta. Così, davanti a quella meraviglia, hanno cominciato a creare di tutto: dalla borsa al gioiello. Per realizzarli sono andate a ripescare le antiche tecniche di lavorazione: prevalenti su tutte quelle giapponesi. Per esempio ci hanno raccontato dello shibori: una tecnica che si utilizza per tingere e manipolare un tessuto. « Il tessuto viene tinto, piegato e montato–ha spiegato Paola– c'è una vera e propria manipolazione non solo una semplice tintura: piegato forzatamente, mantiene la forma. O meglio, la memoria.» O la tecnica kanzashi, tecnica di piegatura che realizza veri e propri origami col tessuto. «Ammiriamo l' incredibile ossessione della ricerca della bellezza del Giappone».

spille-2

Tutto però è nato dall'idea di vivere diversamente il fare, il creare:«Avevamo campionari, pezzetti piccoli. Abbiamo deciso di fare il processo inverso: vediamo cosa abbiamo e da lì creiamo. Gli oggetti artigianali sono costosi, ci metti ore e ore ma nessuno capisce il loro vero valore. In questa maniera abbassiamo i costi utilizzando cose di qualità ma essendo avanzi, il prezzo diventa accessibile». Lo scopo primario quindi è creare riportando tecniche che non ci sono più ma anche riassemblare materiali per creare cose nuove.

Oltre alla tappezzeria e gli accessori, da Studiocinque e altro potete trovare oggetti per bambini, cuscini ma anche veri e propri laboratori in cui imparare diverse tecniche di cucito e altro (ovviamente).

«Qui manterremo gli stessi servizi ma vogliamo concentrarci anche sull' on-line. In ogni caso la differenza la facciamo anche perchè diamo la possibilità di creare o trovare delle soluzioni nel caso qualcuno avesse o volesse qualcosa che qui non è reperibile. Una sorta di servizio personalizzato». « Riparte per noi una nuova sfida. La zona l'abbiamo mantenuta perché ci piace; è una zona ancora molto viva. Cambia il concetto: non abbiamo più una vetrina, sarà un laboratorio perchè crediamo che questo sia il futuro. E poi cambia anche l'orario: ci trovate dalle 10 alle 18» .

studio5_leghissa_0182-2-2

cartina-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

  • Frecce Tricolori: lunedì il volo su Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento