Ciclismo: torna l'unica randonnèe nella provincia di Trieste

Alabarda Bike Team organizza la 6^ edizione dell’unica randonnèe nella provincia di Trieste. Percorsi e distanze rinnovate per esaltare i territori, i centri storici, le nostre peculiarità. Manifestazione inserita nel campionato italiano, nel campionato Ari, nel campionato Csain, nel calendario europeo, nel circuito Girorando nel Nordest (del quale è parte organizzativa); prova valida come prequalifica alla quadriennale PBP che si pedalerà nell’estate 2019.
Partecipazione ammessa per i soli tesserati alle varie Federazioni / EPS riconosciuti dalla consulta. Tracciato Corto: Km 139 D+ 1.000 / 2.000 - MEDIO Km 236 D+ 2.000 / 3.000 Brevetto ACP - LUNGO Km 311 D+ 3.000 / 4.000 Brevetto ARI / BRI

Partenza ed arrivo al Centro Commerciale di Montedoro: Via Flavia di Stramare, 119 – Aquilinia / Muggia (TS). Tel. +39 040 23 23 20. Parcheggio coperto gratuito, entrata posteriore.
Attraversamento della città di Trieste, breve sosta in Piazza Unità d’Italia per servizi fotografici e ripartenza per salire la zona del Boschetto che ci porterà sul Carso triestino, paesetti fino a Sistiana dove avremo il primo controllo/ristoro.
Proseguiamo verso il vallone, verso Gorizia. A Jamiano il tracciato CORTO gira a destra per entrare in Slovenia. Gli altri proseguono verso Sagrado, Gradisca, Moraro e Capriva del Friuli; nel centro di questo piccolo paese il Medio gira a destra per andare a Mossa, entrare in Slovenia e proseguire sul suo bello, e impegnativo, tracciato (a Sezana si riuniranno con il tracciato del Corto).

A Capriva i temerari del Lungo proseguono verso Cormons, attraversamento dei Colli Orientali del Friuli (con le loro conosciutissime vigne), risalendo parzialmente verso Castelmonte, attraversamento del magnifico centro storico di Cividale del Friuli (il centro potrebbe essere chiuso e si faranno pochi metri in più in direzione di Savogna / Slovenia – alle rotatorie girare a destra).
Ancora alcuni Km di pianura e da Savogna iniziamo a salire verso Cepletischis, Polava, Slovenia e su su fino a Livek; discesa impegnativa ed arriviamo a Kobarid / Caporetto (controllo). Ora scendiamo lungo il fiume Isonzo fino a Nova Gorica (un tratto abbastanza facile per poter riprendere forze). Piazza Transalpina controllo e ristoro e via a Gorizia, Merna, risaliamo il Carso sloveno e scendiamo a Potok, Branik, proseguiamo attraversando la valle della Branica (un’oasi di pace, un ruscello ci accompagna) fino a Kodreti; fine della scioltezza. Saliamo a Stjak, Vrabce, Storje, Sezana, attraversiamo il parco di Lipica, Divaca, Rodik, Kozina (al bar Fontana controllo e caffè). Ancora circa 25 Km di discesa, percorriamo la valle delle Noghere ed arriviamo alla fine della nostra magnifica giornata ciclistica.
Tutti i tracciati si riuniscono a Sezana. Tutti a Kozina al bar Fontana dove la simpatica Neva ci aspetta per offrirci un caffè; controllo orario
Arriviamo al centro commerciale di Montedoro dal retro sullo stesso punto della partenza dove ci aspetta il meritato pasta party ed il prosciutto cotto triestino (fino ad esaurimento).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Test Invalsi obbligatori per superiori e medie, ecco le date e i contenuti delle prove

  • Errore tecnico dell’Inps nel calcolo delle pensioni di dicembre e gennaio: ecco cosa fare

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

  • Triestina-Sambenedettese 1 a 2 | Le pagelle: fischi al Rocco, Unione sconfitta in 11 contro 9

Torna su
TriestePrima è in caricamento