Finali nazionali di basket femminile: attese 6mila persone

I campi di gioco saranno: il Palasport di Chiarbola, il Palasport di Aquilinia, il Palasport Calvola e il PalaRubini Alma Arena

Dall'11 al 18 giugno Trieste ospiterà le finali nazionali di basket femminile che vedranno la partecipazione delle migliori 16 squadre giovanili nazionali di basket e che coinvolgeranno circa 400 persone fra atlete, tecnici, arbitri e responsabili federali, ai quali si aggiungeranno appassionati, genitori, con un ritorno di almeno 6000 persone sul territorio. I campi di gioco saranno: il Palasport di Chiarbola (via Visinada 3), il Palasport di Aquilinia (piazzale Menguzzato), il Palasport Calvola (via di Calvola 2) e il PalaRubini Alma Arena (via Flavia 3). La manifestazione, organizzata dalla società Futurosa Basket Trieste insieme alla Federazione Pallacanestro Italiana- Comitato del FVG, Regione e Comune di Trieste- e che non viene portata a Trieste da quasi trent’anni- sarà trasmessa in diretta streaming e monitorata dai giornai quotidiani e dai media nazionali.

Alla presentazione dell'evento, tenutasi in Municipio, sono intervenuti l'assessore comunale allo Sport Giorgio Rossi, il presidente della Federazione della Pallacanestro regionale Giovanni Adami, e per il Comitato organizzatore: Paolo Ravalico, Matteo Zanini, Guerrino Lanci, Derik De Polo, e il consigliere regionale Emiliano Edera, nonché il testimonial Davide Cantarello, giocatore e allenatore di basket. «È un'iniziativa di grande spessore e di alto livello agonistico di cui Trieste ha bisogno perchè include la partecipazione di pubblico e una massiccia affluenza 'turistica' in città, oltre ad essere, grazie allo sport, una delle più rappresentative della nostra nazione – ha sottolineato l'assessore Rossi -. Portando i saluti dei presidenti della Regione FVG Serracchiani e del Consiglio regionale Jacop, il consigliere Edera ha evidenziato il particolare momento d'oro vissuto attualmente dalla pallacanestro a Trieste: «Le finali nazionali di basket femminile rappresentano in questo senso la 'ciliegina sulla torta', oltre alla preziosa opportunità di far conoscere le bellezze del nostro territorio». Il presidente Adami ha parlato delle notevole complessità nell'organizzare un evento di tale portata, sia per adeguare le esigenze delle varie squadre sia per riuscire a gestire il numero di presenze in città per otto giorni. “Grazie alle sinergie in campo e alla collaborazione di tutti i partner dell'iniziativa, siamo riusciti a portare a Trieste i campionati di pallacanestro femminile che mancavano da 25 anni, mentre quelli maschili mancano da 29 anni”.

Un ringraziamento particolare è stato rivolto poi a Guerrino Lanci «per aver saputo gestire ottimamente la sistemazione alberghiera adeguata all'alto numero di presenze previste in città, quindi al Comune e alla Regione. «La società Futurosa, accanto al presidente Davide Fornasaro, si è impegnata notevolmente per la riuscita della manifestazione con la presenza di 60 volontari e grazie alla stretta collaborazione delle numerose società sportive coinvolte. Sono state invitate anche le associazioni che si occupano del disagio. Ci auguriamo che questo evento sia una bella risposta per Trieste». La cerimonia di apertura è prevista sabato 10 giugno alle 18:30, in Piazza Verdi. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Way of life" vince la Barcolana 51 (FOTO E VIDEO)

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Accoltellamento in scala dei Giganti: un 17enne italiano in prognosi riservata

  • Barcolana 51: i primi 10 classificati (FOTO)

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

Torna su
TriestePrima è in caricamento