Bolzonello: "Il Giorno del ricordo deve essere indirizzato ai giovani"

Il capogruppo del PD: "Fare opera di memoria, verità e rispetto deve essere anche il compito delle istituzioni. Un ruolo che in questi anni non è mai mancato e sul quale da parte nostra c’è sempre stata assoluta chiarezza»

«Oggi si ricordano i morti e l'Esodo giuliano-dalmata: fare opera di memoria, verità e rispetto deve essere anche il compito delle istituzioni. Un ruolo che in questi anni non è mai mancato e sul quale da parte nostra c’è sempre stata assoluta chiarezza». A dirlo è il capogruppo del Pd, Sergio Bolzonello in occasione delle celebrazioni del Giorno del Ricordo.

«Le orribili sofferenze patite sul confine orientale al termine della Seconda guerra mondiale, le tragiche vicende delle delle foibe e dell’Esodo non devono essere dimenticate né negate. Per questo, il senso del Giorno del Ricordo deve essere indirizzato soprattutto ai giovani con il prezioso intervento della scuola e di ogni presidio educativo affinché ne abbiano coscienza e conoscenza, e la diffondano. Anche per le istituzioni politiche tutte, questo sia un dovere da adempiere, in obbedienza alla legge dello Stato e alla legge morale».

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Ciclista colpito da un fulmine a Basovizza, è gravissimo

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Inseguimento della Polizia slovena, arresto in pieno giorno sullo svincolo di via Svevo

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

Torna su
TriestePrima è in caricamento