Abbattuti gli "storici" alberi di Roiano: polemica social, ma «scelta necessaria: pianteremo 20 alberi»

L'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi e il presidente della IV Commissione Michele Babuder spiegano che verrà piantato «un bosco urbano»

«Ieri nell'area oggetto delle demolizioni dell'ex caserma di Roiano siamo dovuti intervenire per abbattere degli alberi. È stata una scelta oggetto di studio ma necessaria consapevoli dell'importanza del verde pubblico: infatti le piante in questione andavano ad interferire sulle costruzioni del nuovo asilo e dei parcheggi. Ma va sottolineato che nell'area daremo spazio al verde creando un bosco urbano con oltre 20 nuove piantumazioni delle tipologie oggetto di consultazione popolare. Siamo e sono aperta quindi a tutte le vostre proposte! Per Trieste!».

Così l'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi replica alle polemiche e critiche in merito all'abbattimento dei tre alberi "storici" all'interno dell'ex caserma della Polstrada di Roiano: il progetto come noto, nel 2021, darà luce a un nuovo spazio popolare composto di area verde, parco giochi, asilo e parcheggi. 

Sulla questione è intervenuto anche il presidente della IV Commissione consigliare Michele Babuder, tra l'altro ex consigliere circoscrizonale proprio del rione in questione: «Francamente comprendo e, in parte, condivido con molti roianesi l'enorme dispicere vissuto nel vedere abbattere le alberature storiche che per decenni ci hanno fatto compagnia, abbellendo quel deserto cementificato che era lo spazio della ex caserma della Polstrada, ora finalmente in via di riqualificazione. Una scelta purtroppo effettuata già prima dell'insediamento di questa Amministrazione, alla quale io stesso nel settembre 2016 avevo manifestato la mia personale contrarietà. A fronte di questo dispiacere, che può sembrare uno scempio, non posso che consolarmi pensando al fatto che a lavori ultimati sarà ricavata un'area pubblica destinata a ospitare nuovi servizi e spazi per i roianesi, piccoli e grandi. Tra gli altri, riprendendo il progetto, uno spazio di circa 1500 mq per aree gioco per bambini e ragazzi e un'ampia zona verde alberata di circa 1000 mq (di cui una parte sarà riservata ai cani - dog park) adiacente a via dei Moreri. La nuova area verde alternerà alberi d'alto fusto, tipo acero o ciliegio da fiore, ad arbusti prevalentemente a foglia caduca e con fioriture. E ancora il "bosco urbano", di circa 1.300 mq, lastricato e arredato, posizionato in prossimità ed alla quota di via Montorsino, caratterizzato dalla presenza di alberi di acero, ciliegio e magnolia. Insomma, molti di noi che con quegli alberi sono cresciuti non potranno mai sentirsi ripagati e forse una migliore soluzione si sarebbe potuta trovare. Mi consolo però col fatto che molte altre genererazione cresceranno in una Roiano auspicabilmente ancora più bella e "verde" e magari, insieme a noi, pianteranno altri alberi anche i nostri figli».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • "Way of life" vince la Barcolana 51 (FOTO E VIDEO)

  • Accoltellamento in scala dei Giganti: un 17enne italiano in prognosi riservata

  • Barcolana 51: i primi 10 classificati (FOTO)

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

Torna su
TriestePrima è in caricamento