"Parlo solo con i cattolici, gli altri vengono dopo i cani" all'avvocato ebreo: denuncia in arrivo

A rendere nota la vicenda è il celebre legale di Trieste Alberto Kostoris che promette la denuncia. Commento contraddistinto da un linguaggio che evidentemente non ha niente a che vedere con il libero esercizio di una discussione civile. La scorsa settimana il "caso" della morte del migrante algerino

Chissà che cosa sarà passato per la testa all'utente Facebook che sui social ha prima augurato una "sincope" ai partecipanti al Clafin della Befana, il tradizionale appuntamento benefico organizzato dal gruppo NIMDVM ogni 6 gennaio, e successivamente si è rivolto al noto avvocato di fede ebraica Alberto Kostoris (amministratore e fondatore del sodalizio triestino) con un "parlo solo con i cattolici, gli altri per me vengono dopo i cani". Domani mattina, secondo quanto scritto in un post proprio dal legale, l'utente "verrà denunciato". 

Il testo del post

"Oggi un’associazione che opera nel sociale ha tenuto un evento a Barcola dove oltre a tante altre cose è successo che alcune persone si son fatte un tuffo in mare - ha scritto Kostoris-. La notizia ha avuto un certo rilievo sui social. Qualcuno, per qualche motivo non noto, non ha gradito". L'utente, stando allo screenshot pubblicato, si è infatti contraddistinto per un linguaggio che evidentemente non ha niente a che vedere con il libero esercizio di una discussione civile. 

I commenti choc contro il migrante morto

Proprio la scorsa settimana avevamo pubblicato i commenti apparsi sotto il post relativo alla morte del migrante algerino di 29 anni. In quell'occasione alcuni utenti si erano espressi con deprecabili affermazioni come "uno di meno" e con un "amen" distante anni luce dalla parola di Dio. Un linguaggio che a volte fa breccia anche nella classe politica, capace di questi tempi di subire il fascino della violenza verbale. "Si sfondano il c*** e litigano quando manca la vaselina" è stata infatti l'ultima uscita del consigliere comunale ex Lega ed ex Forza Nuova, Fabio Tuiach, nei confronti del mondo Lgbt. Che, secondo alcune indiscrezioni, starebbe pensando di portare in tribunale il caso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Schianto fatale in moto a Monfalcone: morto un 38enne triestino

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Colpisce due auto e si cappotta: un ferito a Cattinara

  • Nuovi concorsi in Comune: aperti 8 posti a tempo indeterminato

Torna su
TriestePrima è in caricamento