Colossale truffa auto di lusso: evasi 35 milioni in Italia, a Trieste sei "vittime"

Nel capoluogo giuliano, il meno colpito della regione, sono state acquistati veicoli fraudolentemente immatricolati o "schilometrati" per un valore di quasi 200mila euro. A Gorizia 14 persone truffate per un valore di quasi 400mila euro

Sono stati evasi oltre 35 milioni di euro nella colossale truffa emersa dall''operazione 'Cars lifting' condotta dalla Guardia di Finanza di Pordenone lo scorso mese di marzo. 1.329 le persone truffate in 97 province di tutta Italia e 20 le persone indagate. Si tratta di illeciti comessi nel commercio online di auto di lusso, in particolare a Trieste sono state sei le persone che hanno acquistato veicoli fraudolentemente immatricolati e/o "schilometrati" o vittime di truffe mediante vendite, con anticipi già corrisposti, per cui non è stata effettuata la consegna dell'autoveicolo. Il tutto per un controvalore di 197mila euro. In Friuli Venezia Giulia si parla in tutto di 188 persone, per un totale di oltre 5,5 milioni di euro. La provincia più implicata della regione è stata Udine (108 persone per oltre 3 milioni di euro), seguita da Pordenone (60 persone per quasi 2 milioni) e Gorizia (14 persone per quasi 400mila euro). Trieste, la meno colpita. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

False immatricolazioni e evasione su auto di lusso, truffate 111 persone

Un traffico di dimensioni colossali

L'inchiesta è stata condotta su delega della Procura della Repubblica di Udine, che ha disposto sequestri in Italia e all'estero per più di 5 milioni di euro. L'associazione commercializzava centinaia di auto di lusso di provenienza tedesca (Porsche, Mercedes, Audi, BMW), nella totale inosservanza degli  obblighi fiscali. La struttura criminale era inoltre riuscita, presso alcuni uffici del Dipartimento Trasporti Terrestri (Treviso, Latina, Roma e Palermo), a sottrarsi alle leggi "antievasive", tramite documenti falsi e firme contraffatte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mercurio pronto a dare spettacolo al tramonto: come e quando osservalo a occhio nudo

  • "Frontiere aperte solo per i residenti in Fvg", l'apertura del premier sloveno

  • Tragedia sulle rive: cinquantenne muore dopo una caduta in mare

  • Grave incidente a Capodistria: motociclista triestino perde una gamba

  • La dieta a Zona per dimagrire e migliorare le funzioni dell'organismo: come funziona

  • Covid 19: nessun morto in Fvg nelle ultime 48 ore, due nuovi casi a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento