Terremoto 6.5 avvertito a Trieste e in tutta Italia, 100.000 i possibili sfollati (FOTO e VIDEO)

Una fortissima scossa di terremoto di magnitudo 6.5 alle 7.41 di questa mattina domenica 30 ottobre. SMS solidale Protezione Civile 45500

Poco dopo le ore 7.41 di questa mattina, domenica 30 ottobre, una fortissima scossa di terremoto di magnitudo 6.5 avvertita anche a Trieste, in tutta Italia, fino in Austria.

Epicentro a 5 Km da Norcia in Umbria. Nuovi crolli nelle zone interessate dai terremoti, con case totalmente collassate. Durata moltissimi secondi, la fortissima scossa ha portato molte persone a scendere in strada, anche in Friuli Venezia Giulia.

Secondo la presidente della Regione Marche «da 10.000 rischiamo di arrivare a 100.000 persone sfollate che avranno bisogno di essere assistite». E tra gli sfollati per fortuna nessun disperso e i feriti sono di lieve entità, tranne una persona estratta dalle macerie e che è in condizioni gravi ma non in pericolo di vita.

Nell'intera giornata sono state oltre 200 le cosiddette "repliche" (un tempo chiamate scosse di assestamento). L'area dello sciame sismico si sviluppa per circa 30 km, da Accumoli fino a Visso.

Quella di oggi è stata una scossa più forte di quella del Friuli e de L'Aquila, stessa entità di quella dell'Irpinia.

I sindaci delle zone interessate dai passati terremoti denunciano numerosissimi e gravi crolli con paesi rasi letteralmente al suolo.

epicentro terremoto-3Il Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria: «Non siamo in grado di prevedere quando e come tale sequenza sismica andrà a scemare, né possiamo in linea teorica escludere altri terremoti forti come e più di quelli avvenuti fino ad oggi in aree adiacenti a quelle colpite in questi mesi. Se da una parte questa sequenza è fortemente preoccupante, dall'altro lato la propagazione laterale fa sì che si verifichino una serie di terremoti forti ma non fortissimi. Molto peggio sarebbe se tutti questi segmenti della facomunicaglia (Amatrice, Visso, Norcia) si fossero mossi tutti insieme generando un terremoto di magnitudo almeno 7.0».

Fabio Curcio, Capo della Protezione Civile: «Ci sono problemi di viabilità dappertutto,  a cominciare dalla Salaria chiusa. Al momento non ci sono notizie di vittime. Sono numerosissimi i controlli e il monitoraggio è continuo. L'assistenza che già era tarata per portare chi è stato colpito precedentemente, deve continuare in quella direzione. Bisogna lavorare tutti per superare questi momenti, abbiamo bisogno di ancora qualche ora per avere il quadro della situazione. Il primo punto sono le persone, verifica dei feriti e soccorsi»

La Protezione Civile ha istituito un numero di telefono per le donazioni: "SMS solidale Protezione Civile 45500"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Blitz dei Nas in due locali a Campi Elisi, oltre 12 mila euro di multa

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento