Imprese: a Trieste terziario a -34% nel terzo trimestre

In calo in Friuli Venezia Giulia la fiducia e i ricavi del terziario, con una situazione però diversificata tra commercio al dettaglio, in difficoltà, e turismo, invece, in crescita.

In calo in Friuli Venezia Giulia la fiducia e i ricavi del terziario, con una situazione però diversificata tra commercio al dettaglio, in difficoltà, e turismo, invece, in crescita. In particolare a Trieste si registra un saldo delle imprese del terziario al -34%, negativo anche in tutte le altre province, fatta eccezione per Pordenone (+10%, mentre Gorizia segna un -9% e Udine un -96%). È questa la fotografia scattata dall'indagine congiunturale sul terzo trimestre di Confcommercio Fvg realizzata in collaborazione con Format Research e riportata da ANSA.

Il contesto, si legge in una nota, è di un deterioramento delle imprese Fvg da luglio a settembre: -32 dell'agricoltura, -45 dell'industria, -129 del terziario. Il saldo delle imprese del terziario è negativo in tutte le province, fatta eccezione per Pordenone (+10%, mentre Gorizia segna un -9%, Trieste -34%, Udine -96%).

Evidente il contributo negativo del commercio, specialmente al dettaglio. "Il settore paga una pressione fiscale troppo elevata e una burocrazia asfissiante che frenano, oltre ai consumi, anche la propensione all'innovazione", commenta il presidente regionale di Confcommercio Giovanni Da Pozzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piazza Sant'Antonio "musicale", da Londra arriva il progetto da sogno

  • Brutto incidente a Servola, quattro persone all'ospedale

  • Auto divorata dalle fiamme in garage a Valmaura, una testimone: "Ci dormiva gente, lì sotto c'è anarchia"

  • Piacenza-Triestina 1 a 2 | Le pagelle: bum bum Maracchi, l'Unione espugna Piacenza

  • Inseguiti a Rabuiese, gettano dal finestrino la marijuana: in manette tre giovani

  • Migliori gelaterie d'Italia: due coni per Jazzin e Soban, menzione per Zampolli

Torna su
TriestePrima è in caricamento