Al via la sesta edizione di "Mare Nordest 2017", dal 19 al 21 maggio al Molo IV

Presentato oggi al Museo del Mare a Trieste "Mare Nordest" 2017, l'evento dedicato al mare la cui sesta edizione verterà sui suoi "Mestieri e Misteri". La manifestazione, si terrà presso il Molo IV di Trieste con ingresso libero

I Mestieri e Misteri del mare saranno i protagonisti assoluti di Mare Nordest 2017, la manifestazione incentrata su tutto quanto ruota attorno al mondo del mare in programma al Molo IV e sulle Rive di Trieste dal 19 al 21 maggio. Presentato oggi al Museo del Mare di Trieste, ideale cornice di una manifestazione incentrata interamente sull'elemento blu - presenti il Presidente dell'Associazione Trieste Sommersa Diving, Roberto Bolelli e il Segretario, Edoardo Nattelli e i rappresentanti di vari Enti, Associazioni e Attività che patrocinano, collaborano e sostengono la manifestazione quali AcegasApsAmga, Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di Matematica e Geoscienze, WWF AMP di Miramare, Istituto Nautico “Tomaso di Savoia Duca di Genova” (rappresentato oggi dal Vicepreside, Bruno Zvech) e Lux Art Gallery - l'evento proporrà tre giorni intensissimi di eventi e incontri a ingresso libero che coinvolgeranno le principali figure professionali che ruotano attorno all'ambiente marino in vari ambiti (trasporti, cantieristica, subacquea professionale e ricreativa, ricerca scientifica, ambiente, sport acquatici, turismo e promozione del territorio) nell'intento di interessare non solo gli operatori del settore, ma anche i cittadini di ogni età, evidenziando le migliori conoscenze e competenze attualmente presenti sul territorio e tracciando alcune prospettive per il futuro.

Promossa da Trieste Sommersa Diving in co-organizzazione con il Comune di Trieste, la manifestazione si pone infatti l'obiettivo di porsi come punto di riferimento per la promozione della “cultura del mare” e del dialogo sulle prospettive di sviluppo economico, occupazionale, scientifico e turistico connesse ad esso.

Sono state confermate anche quest'anno le collaborazioni con il WWF - AMP (Area Marina protetta)di Miramare, con OGS (Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale) di Trieste - coinvolto nei tre giorni di attività anche con la presenza di vari ricercatori in veste di relatori - e con l'Università degli Studi di Trieste, presente con un gruppo di ricercatori del DMG - Dipartimento di Matematica e Geoscienze, a cui quest'anno si affianca la presenza del Museo Nazionale dell'Antartide.

Tra le novità 2017, si segnalano l'esposizione pittorica di opere di Nello Pacchietto che ritraggono spazi ed acque del nordest, da Pola a Venezia e due rappresentazioni teatrali: "La cameriera del Rex" e (in, collaborazione con il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia), "L'ultimo viaggio del Baron Gautsch" di Pietro Spirito, ispirate a temi “marinari”.

Particolarmente attenta al mondo scolastico, la manifestazione ha visto in questa edizione un ulteriore coinvolgimento degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado attraverso il concorso "Un mare di plastica”, per cui i ragazzi hanno dovuto immaginare e raccontare il proprio rapporto con il mare e come propongono di combattere il fenomeno delle microplastiche.

Un tema, quello dell'inquinamento marino da plastiche su cui si soffermeranno lo scrittore e accademico Nicolò Carnimeo e Bruno Dumontet, curatore del progetto di monitoraggio “Expedition Med”.

Numerosi e prestigiosi saranno tutti i relatori che si alterneranno all'interno dei seminari. Tra di essi, spicca l'intervento dello Yacht Designer triestino Alberto Mancini e del Contrammiraglio Francesco Chionna, già Comandante del Comsubin (Comando subacquei e incursori) che si soffermerà sulle opportunità socio-economiche per l'Italia derivanti dagli affondamenti volontari di vecchie navi e in particolare sulle possibi