Funzioni centri CAF e CAAF, quali sono le differenze?

Che differenza c'è tra CAF e CAAF? Entrambi sono centri di assistenza fiscale, ma possono prestare tale assistenza solo coloro che ne facciano espressa richiesta al Ministero delle Finanze e vengano iscritti all’Albo dei centri di assistenza fiscale

La sigla CAF sta per "Centri di assistenza fiscale", ma non tutti sanno che esistono due tipi di CAF:

  • i CAAF, ovvero "Centro autorizzato di assistenza fiscale";

  • i CAF, "Centro di assistenza fiscale".

Il CAAF e il CAF hanno iniziato ad operare dal 1° gennaio del 1993, quando il Ministero delle Finanze, in accordo con il Governo, stabilì la facoltà, per i possessori da reddito dipendente e assimilati, di farsi assistere nella presentazione della dichiarazione dei redditi o da un sostituto d’imposta o da un CAF. Ma scopriamo nel dettaglio quali sono le differenze tra questi due centri che si occupano di assistenza fiscale.

CAAF, compiti e funzioni

I CAAF, come quelli della Cisl, della Uil e della Cgil, sono strutture sindacali dei lavoratori dipendenti e pensionati e strutture territoriali da esse delegate, oppure associazioni sindacali di categoria fra imprenditori, presenti nel Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro, istituite da almeno dieci anni. Sono sportelli istituiti per aiutare lavoratori e pensionati a risolvere i problemi e le incombenze di natura fiscale. L'asse portante del servizio è costituito dall'attività di consulenza per la compilazione della dichiarazione annuale dei redditi (Ici, acconti/saldi delle imposte, Red, riccometro, sanitometro, modello Unico o 730).

CAF, compiti e funzioni

I CAF sono, invece, formati da soggetti legalmente abilitati alla professione di avvocato, consulente del lavoro, dottore commercialista, ragioniere e perito commerciale, regolarmente iscritti ai rispettivi albi professionali. Per legge i CAF devono costituirsi nella forma di società di capitali, designare un proprio responsabile e avere come oggetto sociale lo svolgimento delle attività di assistenza fiscale.

Le norme

La riforma dei CAF è avvenuta con l’entrata in vigore del D.Lgs. 490 del 1998. In base a questo decreto possono prestare assistenza fiscale solo coloro che ne facciano espressa richiesta al Ministero dell'Economia e delle Finanze e, qualora abbiano i requisiti richiesti, vengano iscritti nll’Albo dei centri di assistenza fiscale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per conoscere le sedi e l'elenco completo dei centri CAF e CAAF sul nostro territorio visita il sito web dell'Agenzia delle Entrate - FVG alla pagina dedicata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Torna a salire il numero dei positivi in Fvg: 92 contagiati, Trieste la più colpita

  • Fermato fuori casa ma doveva essere in quarantena perché positivo: denunciato

  • Coronavirus: arriva la mappa dei contagi in FVG, interattiva e suddivisa per comuni

  • Coronavirus in Fvg: rallentano i contagi e i decessi, guarite 102 persone

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

Torna su
TriestePrima è in caricamento