Funzioni centri CAF e CAAF, quali sono le differenze?

Che differenza c'è tra CAF e CAAF? Entrambi sono centri di assistenza fiscale, ma possono prestare tale assistenza solo coloro che ne facciano espressa richiesta al Ministero delle Finanze e vengano iscritti all’Albo dei centri di assistenza fiscale

La sigla CAF sta per "Centri di assistenza fiscale", ma non tutti sanno che esistono due tipi di CAF:

  • i CAAF, ovvero "Centro autorizzato di assistenza fiscale";

  • i CAF, "Centro di assistenza fiscale".

Il CAAF e il CAF hanno iniziato ad operare dal 1° gennaio del 1993, quando il Ministero delle Finanze, in accordo con il Governo, stabilì la facoltà, per i possessori da reddito dipendente e assimilati, di farsi assistere nella presentazione della dichiarazione dei redditi o da un sostituto d’imposta o da un CAF. Ma scopriamo nel dettaglio quali sono le differenze tra questi due centri che si occupano di assistenza fiscale.

CAAF, compiti e funzioni

I CAAF, come quelli della Cisl, della Uil e della Cgil, sono strutture sindacali dei lavoratori dipendenti e pensionati e strutture territoriali da esse delegate, oppure associazioni sindacali di categoria fra imprenditori, presenti nel Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro, istituite da almeno dieci anni. Sono sportelli istituiti per aiutare lavoratori e pensionati a risolvere i problemi e le incombenze di natura fiscale. L'asse portante del servizio è costituito dall'attività di consulenza per la compilazione della dichiarazione annuale dei redditi (Ici, acconti/saldi delle imposte, Red, riccometro, sanitometro, modello Unico o 730).

CAF, compiti e funzioni

I CAF sono, invece, formati da soggetti legalmente abilitati alla professione di avvocato, consulente del lavoro, dottore commercialista, ragioniere e perito commerciale, regolarmente iscritti ai rispettivi albi professionali. Per legge i CAF devono costituirsi nella forma di società di capitali, designare un proprio responsabile e avere come oggetto sociale lo svolgimento delle attività di assistenza fiscale.

Le norme

La riforma dei CAF è avvenuta con l’entrata in vigore del D.Lgs. 490 del 1998. In base a questo decreto possono prestare assistenza fiscale solo coloro che ne facciano espressa richiesta al Ministero dell'Economia e delle Finanze e, qualora abbiano i requisiti richiesti, vengano iscritti nll’Albo dei centri di assistenza fiscale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per conoscere le sedi e l'elenco completo dei centri CAF e CAAF sul nostro territorio visita il sito web dell'Agenzia delle Entrate - FVG alla pagina dedicata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Bollo auto, chi paga e chi no: le informazioni sulle esenzioni

  • Come ottenere la carta d'identità elettronica a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • Scomparsa una bambina di sei anni in Carso: ricerche in corso

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

Torna su
TriestePrima è in caricamento