Foibe, FdI: "Stop alle pensioni per gli ex partigiani filo-titini"

Meloni: "iniziativa sacrosanta che si unisce ad altre nostre richieste, come quella di revocare le onorificenze date dalla nostra Repubblica al maresciallo Tito e di intervenire contro il fatto di intitolare proprio a lui tante strade nelle nostre città"

Giorgia Meloni (Foto di repertorio)

Stop alle pensioni per gli ex partigiani filo-titini colpevoli di crimini contro gli italiani, lo chiede Fratelli d'Italia in un'interrogazione al ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, a firma dei deputati Federico Mollicone, Walter Rizzetto, entrambi di FdI, e di Guido Germano Pettarin, deputato di Forza Italia. Come riportato da Adnkronos, Giorgia Meloni ha dichiarato che si tratta di "iniziativa sacrosanta che si unisce ad altre nostre richieste, come quella di revocare le onorificenze date dalla nostra Repubblica al maresciallo Tito e di intervenire contro il fatto di intitolare proprio a Tito tante strade nelle nostre città".

Salvini: "Vanno rivisti i finanziamenti all'ANPI" 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Blitz dei Nas in due locali a Campi Elisi, oltre 12 mila euro di multa

  • "Liberata dall'occupazione jugoslava nel '54", Jerry Scotti fa confusione sulla storia di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento