Protezione Civile, M5S dona 19mila euro per ricostruire l'asilo di Sarnano

I 18.700 euro bonificati dai consiglieri regionali del M5S sono le risorse risparmiate dagli stipendi dei portavoce pentastellati nel mese di dicembre 2016

I consiglieri regionali del MoVimento 5 Stelle Elena Bianchi, Eleonora Frattolin, Ilaria Dal Zovo, Cristian Sergo e Andrea Ussai hanno versato la cifra di 18.700 euro nel fondo per la ricostruzione dell’asilo di Sarnano attivato dalla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia. L’obiettivo di questo progetto è quello di ricostruire l’asilo della piccola località in provincia di Macerata, gravemente danneggiato dall'evento sismico dello scorso ottobre, che ospita 82 bambini. I 18.700 euro bonificati dai consiglieri regionali del M5S sono le risorse risparmiate dagli stipendi dei portavoce pentastellati nel mese di dicembre 2016.

Il gruppo del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale, fra le tante iniziative di solidarietà messe in piedi in questi mesi, ha scelto il progetto “Sisma centro Italia: il Friuli Venezia Giulia non dimentica” perché la Protezione civile della nostra regione si è sempre distinta per la sua capacità di intervenire rapidamente e con grande professionalità nelle numerose emergenze che hanno colpito l’Italia.

Potrebbe interessarti

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Cucina di mare a Trieste, dove e perché mangiare pesce

  • Manutenzione forno, ecco 4 rimedi eco-friendly per una massima igiene

  • Come lucidare l'argento, ecco 6 rimedi naturali super efficaci

I più letti della settimana

  • Trovato morto il terzo disperso nel crollo della palazzina a Gorizia (FOTO)

  • Pugni e calci in via Machiavelli: due feriti a Cattinara

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Rintracciati 40 migranti a Gorizia, SAP: "Bene minaccia sospensione Schengen"

  • A torso nudo con cappello da cowboy molesta le passanti

  • Incidente in corso Italia: una donna all'ospedale

Torna su
TriestePrima è in caricamento